San Benedetto, spaccio e writers
Aumenta il degrado nei parchi

Sabato 2 Aprile 2016
Writers scatenati in centro

SAN BENEDETTO - Cerchi droga? Segui la freccia. Ecco l’ultima, stramba, situazione di degrado visibile in pieno centro. Siamo nell’area verde di via Pasqualetti, a due passi dalla Palazzina. Lì, sulle pareti esterne della Casa del Giardiniere, da qualche giorno campeggiano alcune chiare “indicazioni stradali”. Certo, potrebbe trattarsi solo dell’ennesima bravata di uno dei tanti imbrattamuri. Ma potrebbe anche esserci qualcosa di più serio. Non a caso, molte segnalazioni descrivono quel parco come una piazza di spaccio, molto attiva soprattutto durante le ore notturne. Se è lecito il dubbio sul commercio di droga, non ci sono incertezze sull’azione dei writers: teppisti armati di pennarelli e vernici spray che hanno preso di mira quella zona, deturpandola dopo ogni ripulitura realizzata ciclicamente dall’amministrazione.
Un quadro snervante che ridà fiato alle trombe di chi (come il presidente onorario dell’associazione Città dei bambini, Tonino Armata) da anni ripete: “Serve assolutamente una recinzione, quel giardino va chiuso nelle ore notturne come accade in tutte le principali aree verdi d’Italia”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA