San Benedetto, Salernitana campione d'Italia. Ascoli e Macerata promosse in Serie B. Samb lotta fino alla fine ma retrocede

San Benedetto, Salernitana campione d'Italia. Ascoli e Macerata promosse in Serie B. Samb lotta fino alla fine ma retrocede
San Benedetto, Salernitana campione d'Italia. Ascoli e Macerata promosse in Serie B. Samb lotta fino alla fine ma retrocede
di Sandro Benigni
3 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Novembre 2022, 20:10

SAN BENEDETTO - La Salernitana si è laureata, per la prima volta, campione d’Italia di Subbuteo tradizionale. L’investitura ufficiale è avvenuta al PalaSpeca di San Benedetto al termine del campionato a squadre di serie A, serie B e serie C, conclusisi ieri pomeriggio. Tra i verdetti scaturiti da questa imponente due giorni di gare alla quale hanno preso parte 43 squadre provenienti da tutta Italia, la promozione in serie B della Subbuteo Club Ascoli e degli Old Lions Macerata, alle quali fa da amaro contraltare la retrocessione in serie C del Subbuteo Club Samb dopo la finale dei playout. L’evento, patrocinato dal comune di San Benedetto e dalla Regione Marche, è stato organizzato dalla federazione italiana sportiva calcio da tavolo (Fisct) in collaborazione con l’Opes. 

La Subbuteo Club Ascoli è stata promossa in serie B, traguardo ambito dalla formazione picena che non ne aveva fatto mistero, come aveva dichiarato il capitano Marco Perazzo a inizio campionato. Dopo essere stata promossa in serie A di calcio da tavolo e aver vinto nello scorso ottobre il “Guerin Subbuteo”), gli ascolani miravano al “triplete”, raggiunto con la promozione nella cadetteria. La formazione della Subbuteo Club Ascoli era composta da Andrea Catalani, Luca Ciabattoni, Paolo Finardi, Stefano Flamini, Marco Perazzo, Massimiliano Schiavone, Giancarlo Silvestri, Giuseppe Silvestri e Augusto Vagnoni. 

Ha lottato fino alla fine la Subbuteo Club Samb, ma alla fine ha dovuto accettare l’amaro verdetto della retrocessione in serie C. La formazione rossoblù, infatti, è uscita sconfitta dallo scontro playout contro il Grifo Sombrero anche se sul campo la partita era terminata in parità. Gli avversari hanno fatto valere la propria migliore posizione di classifica per salvarsi, sentenziando così la caduta della squadra sambenedettese in serie C. Questa la formazione della Subbuteo Club Samb: Antonio Chieppa, Riccardo Chieppa, Adriano Iobbi, Francesco Paolini, Simone Perotti, Francesco Pochetti, Alessandro Renzi e Fabrizio Taffoni. 

A trionfare, per la prima volta, nella serie A di Subbuteo Tradizionale 2022, la Salernitana, che ha dominato, sostanzialmente, la competizione dalla prima all’ultima giornata. La squadra capitanata da Ferdinando Gasparini, e composta da Roberto Carbonaro, Carmine De Luca, Maurizio Lepri, Cesare Santanicchia e Gabriele Silveri ha chiuso il torneo a quota 29 punti. Promosse in serie A le Fiamme Azzurre Roma insieme ad Acs Perugia F.lli Bari Reggio Emilia, giunta terza. Retrocedono direttamente in Serie C il Subbuteo Casale ed il Castelfiorentino, unitamente a Sc Samb. 

Due i gironi distinti che ha visto, vittoriosi Sc Ascoli e i genovesi dell’Us Valponte 1986. Entrambe le squadre hanno concluso i propri gironi a punteggio pieno (8 vittorie con 24 punti per la formazione marchigiana, 27 punti in 9 match per la squadra ligure). A queste due compagini, si aggiunge infine gli Old Lions Macerata vittoriosi nei playoff contro le Pantere Lucca. Le classifiche finali: Girone A: SC Ascoli 24, Old Lions Macerata 17, Trento 13, Viterbese Subbuteo 12, Subbuteo Verona 12, Aosta Dragons 9, Subbuteo Taranto 7, Real Sombrero 5, Pisani all’Uscio 0. Girone B: US Valponte 27, Pantere Lucca 22, Torino 22, Alba Subbuteo Roma 15, Ligures Peoples 13, Non Solo Pisa 10, Talpe Junior 9, Eagles Supporter 6, Palermo Subbuteo 3, Apulia 2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA