Grottammare, usava metodi mafiosi
Un giovane di 25 anni in manette

Estorsioni con metodi mafiosi
Arrestato giovane campano
che violava ogni regola
GROTTAMMARE - I carabinieri della stazione di Grottammare hanno tratto in arresto un venticinquenne, già conosciuto alle forze dell’ordine, di origine partenopea ma domiciliato a Grottammare il quale contravveniva puntualmente alle prescrizioni imposte dal Giudice del tribunale di Napoli a seguito di un arresto per estorsione aggravata dal metodo mafioso commessa ad Arzano. L’uomo doveva infatti rispettare dei dettami, scritti nero su bianco dal Tribunale, relativi ad orari di uscita e di rientro nella propria abitazione e sulla modalità di gestione dei propri spostamenti che spesso e volentieri non venivano prese in considerazione dall’uomo. I controlli dei carabinieri, effettuati più volte nel corso delle ultime settimane, avevano infatti fatto emergere quella situazione di puntuale irregolarità. Il giovane è stato arrestato e tradotto al carcere ascolano di Marino del Tronto. La magistratura dovrà decidere, nelle prossime ore, se e come convertire quegli obblighi imposti dal Tribunale e se optare per un appesantimento della pena come il definitivo trasferimento in carcere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 12 Agosto 2018, 07:35 - Ultimo aggiornamento: 12-08-2018 07:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO