Un'azienda di telefonia supporta Ascoli2024: sarà partner di tutti gli eventi che si terranno in primavera

L'evento in pinacoteca per promuovere Ascoli2024
L'evento in pinacoteca per promuovere Ascoli2024
4 Minuti di Lettura
Martedì 15 Marzo 2022, 06:50

ASCOLI - L’Arengo ha trovato nell’azienda di telefonia mobile WindTre un alleato di spessore nel sostegno ai progetti che saranno messi in campo a prescindere dalla conquista del titolo di Capitale della cultura 2024. «WindTre - scrive la società - è al fianco della città di Ascoli e del Piceno come main sponsor di questa iniziativa e sta sostenendo i progetti che, indipendentemente dal risultato della selezione ministeriale, sono previsti a primavera nel territorio». 

 

Si è appena concluso un evento significativo, articolato in più appuntamenti che il 5 marzo ha visto la presenza di Franco Arminio e di numerose istituzioni per discutere e riflettere sul ruolo che la cultura può svolgere nel rilancio delle aree interne. Nelle prossime settimane sono in programma tre nuove iniziative. “A&P Young” coinvolgerà le scuole superiori della provincia in un contest: saranno i ragazzi stessi a ideare un progetto culturale che desiderano vedere realizzato in città, sfidandosi da soli o in gruppi.

L’idea vincitrice non solo riceverà un premio, ma sarà anche effettivamente realizzata, un segnale per sottolineare che gli adolescenti, i cittadini che abiteranno il Piceno del futuro, devono poter prendere parte attiva all’evoluzione della comunità. Poi c’è “Città Metromontana” che invaderà il centro storico di Ascoli di contenuti rappresentativi di tutto il territorio Piceno: ciascuno dei 32 Comuni della provincia, tutti sostenitori di A&P24, avrà un suo spazio dedicato per presentarsi, raccontare le sue bellezze e rendere tangibile il legame tra il capoluogo e ogni sua città, borgo o frazione. Le installazioni dedicate costituiranno un tour che accompagnerà visitatori e turisti a scoprire Ascoli e ciò che la circonda.

Presto verrà svelato il titolo e i dettagli dell’evento serale in programma a fine mese rivolto a un pubblico adulto, amante dell’arte e della storia. Un’esperienza unica in un contesto storico architettonico di pregio: una conversazione con critici d’arte e personalità della cultura accompagnata da una cena firmata dai migliori chef del Piceno, con prodotti enogastronomici e vinicoli tipici che sottolineano l’incredibile biodiversità presente sul territorio. «Ascoli & Piceno continua il suo percorso per rilanciare la comunità e mettere la cultura al centro di un nuovo sviluppo territoriale. Windtre accompagna e sostiene questo processo» conclude la nota. 

Domani, alle ore 11, si terrà l’attesa cerimonia di proclamazione della città vincitrice del titolo di Capitale italiana della cultura 2024. Avrà luogo alla sala Spadolini del Ministero della Cultura, a Roma. La giuria, presieduta Silvia Calandrelli, comunicherà al ministro Dario Franceschini la città designata. Sono dieci le città finaliste: Ascoli, Chioggia, Grosseto, Mesagne, Pesaro, Sestri Levante con il Tigullio, Siracusa, Unione dei Comuni Paestum-Alto Cilento, Viareggio e Vicenza. Il titolo di capitale italiana della cultura è conferito per la durata di un anno e la città vincitrice riceverà un milione di euro per la realizzazione del progetto. La cerimonia sarà trasmessa in diretta sul canale YouTube del Ministero della Cultura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA