Transenne abbandonate e mura imbrattate in rua Ponte Oscuro: lo scempio continua

Martedì 24 Novembre 2020
Transenne abbandonate e mura imbrattate in rua Ponte Oscuro: lo scempio continua

ASCOLI -  Transenne abbandonate, strutture pericolanti, mura deturpate. E’ lo scenario che dal novembre 2016 salta agli occhi di chi transita in rua Ponte Oscuro, che congiunge via Tornasacco con via Pretoriana, proprio nel cuore del centro. Questo scempio è segnalato da tempo da coloro che ci vivono, soprattutto perché si tratta di un cantiere allestito dopo il terremoto per occuparsi delle ferite dei palazzi antichi che caratterizzano la suggestiva arteria, che vanta un incantevole passetto.

 

E invece i lavori mai terminati accanto alle lesioni necessarie di un ripristino urgente hanno lasciato in loco anche disordine, impedimenti, vandalismi. E polemiche, provenienti da visitatori che vorrebbero fotografare la bellezza di una città i cui cantieri, se necessari, abbiano almeno un inizio e una fine. 


La situazione di rua Ponte Oscuro è particolarmente drammatica, perché da quattro anni la strada non solo non permette accesso a servizi sacrosanti - dalla pulizia delle strade a quella della raccolta differenziata - ma soprattutto ad eventuali mezzi di soccorso, che non riuscirebbero in alcun modo di aprirsi un varco tra i tanti e ormai inutili ostacoli presenti. 


Tutto ciò riesce a incrementare disagi enormi, una totale incuria e una colpevole assenza di manutenzione ordinaria e straordinaria della zona. Ne sanno qualcosa gli imbrattatori, in larga parte responsabili delle condizioni in cui vertono negli ultimi anni i monumenti e i palazzi antichi di Ascoli. Da quando questa via è ridotta in simili condizioni, oltre ad essere buia appare appartata, facile preda di chi di notte si diverte sporcando con le bombolette spray i portoni e pareti murarie che appaiono lungo la strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA