Madonna del Soccorso, dalla prossima settimana 30 posti non più per il Covid a Medicina

Mercoledì 5 Maggio 2021 di Nino Orrea
Madonna del Soccorso, dalla prossima settimana 30 posti non più per il Covid a Medicina

ASCOLI  - Contagi sempre alti nel Piceno. Nelle ultime 24 ore la nostra provincia ha registrato 43 nuovi casi positivi al Covid-19, dietro solo a Pesaro che con 53 nuovi positivi ha fatto il non tanto invidiabile record della giornata. Insomma, la pandemia nel Piceno ancora corre con la curva dei contagi che sta scendendo molto lentamente e inferiore alle attese. Un piccolo focolaio è scoppiato alla Ciip, il Consorzio idrico, dove un dipendente che ora si trova intubato viste le sue condizioni di salute, ha contagiato alcuni suoi colleghi. Subito è scattato l’allarme e si è proceduto alla sanificazione dei locali e, adesso, sembra che la situazione sia tornata sotto controllo.

LEGGI ANCHE:

Lei è in auto col finestrino aperto, lo scippatore le strappa il Rolex e scappa in sella allo scooter

 


Un episodio che, comunque, la dice lunga sull’andamento della pandemia e così le autorità sanitarie dell’Area Vasta 5 sono sempre in stato di massima allerta. Non è un caso che i positivi nella nostra provincia restano sempre alti con Ascoli Piceno che, alla giornata di ieri, registrava 282 positivi al Coronavirus seguita da S. Benedetto con 190 casi. Non se la passano meglio alcuni Comuni della provincia, come Monteprandone con 66 persone positive al Covid-19, mentre 53 soggetti positivi si registrano a Castel di Lama e 51 a Folignano. Una situazione che finisce con l’impattare sul sistema ospedaliero e, così, non è un caso che tra venerdì e sabato della scorsa settimana, c’è stato un aumento degli accessi presso i due ospedali della zona, il Mazzoni di Ascoli e il Madonna del Soccorso di S. Benedetto, anche se in queste ore l’allerta sembra essere rientrata.

«Il pericolo resta sempre alto – si affannano a dire alla Direzione sanitaria dell’Area Vasta 5 – perché la pandemia continua a correre e la curva dei contagi scende molto lentamente e, comunque, in misura inferiore alle attese. In pratica c’è un andamento sinusoidale della pandemia con la curva che si alza per poi scendere e risalire di nuovo. Per questo motivo invitiamo tutti i cittadini del Piceno ad evitare ogni forma di assembramento e a rispettare le misure di sicurezza. Solo in questo modo potremo accelerare la discesa della curva». Parole che le autorità sanitarie ripetono, ormai, da un anno, ma nei fine settimana le vie e le piazze dei centri urbani della provincia si riempiono comunque di gente, con alcune persone senza mascherina, e questo determina un pericoloso veicolo di contagio. 


In un modo o nell’altro, in Area Vasta 5 si cerca, però, di tornare, seppure lentamente, a una sorta di normalità. La prossima settimana, infatti, tra lunedì e martedì, verranno riattivati 30 posti letto “puliti” di Medicina al Madonna del Soccorso di S. Benedetto. Un provvedimento per riportare anche un po’ di serenità tra le persone e riaprire i reparti ospedalieri anche per i pazienti non Covid. Intanto, prosegue a ritmi serrati la campagna vaccinale presso il Palazzetto dello Sport di Monticelli e al Palazzetto dello Sport di S. Benedetto. Lunedì sono arrivate le scorte dei vaccini Astrazeneca e Moderna, mentre nella giornata di oggi è previsto l’arrivo di un certo quantitativo del vaccino Pfizer.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA