Tornado caduti nelle Marche
A Ghedi i funerali dei 4 capitani

Tornado caduti nelle Marche A Ghedi i funerali dei 4 capitani
3 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Settembre 2014, 10:27 - Ultimo aggiornamento: 2 Settembre, 09:59

ASCOLI - Al termine di una breve cerimonia nell'obitorio dell'ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno, i feretri con le salme dei capitani

Mariangela Valentini, Alessandro Dotto, Giuseppe Palminteri e Paolo Piero Franzese, i quattro avieri morti nello scontro aereo avvenuto nei cieli ascolani

lo scorso 19 agosto, sono partiti poco prima delle 9 alla volta dell'aeroporto di Falconara Da Falconara, in aereo, sono state poi trasferite alla base dell'Aeronautica di Ghedi per la camera ardente allestita dalle 15. I funerali si svolgeranno questa mattina alle 11, un rito funebre aperto al pubblico, ma non alle telecamere.

Il vescovo di Ascoli, Giovanni D'Ercole, ha benedetto le bare e prima che il corteo si mettesse in movimento, il generale Maurizio Lodovisi, comandante la Squadra aerea, ha paternamente accarezzato uno a uno i feretri che sono stati portati a spalla dalla camera mortuaria da sei avieri ed hanno ricevuto gli onori di un picchetto in alta uniforme.

Presenti alla cerimonia, fra gli altri, il sindaco di Ascoli, Guido Castelli, il presidente della Provincia, Piero Celani, rappresentanti di tutte le forze armate, delle forze di polizia, dei vigili del fuoco della Croce rossa, della protezione civile, del Soccorso alpino. Tanti gli ascolani che sono voluti essere presenti per rendere l'ultimo saluto ai quattro piloti.

Ad accoglierli il picchetto d'onore, poi le salme sono state posizionate in uno degli hangar che per tanto tempo è stato parte della loro casa. Cancelli dell'aerobase aperti anche ai civili ai quali è stato permesso di varcare i confini della zona militare per salutare un'ultima volta il capitano Mariangela Valentini, il capitano Alessandro Dotto, il capitano Paolo Piero Franzese e il capitano Giuseppe Palminteri. Tanti i militari in divisa, ma numerosissime anche le persone comuni che stanno partecipando in queste ore al lutto della famiglia dei Diavoli Rossi e dei parenti dei quattro avieri. Sono state le mamme a incarnare la forza e lo strazio di questo momento, con la mamma di Alessandro Dotto che poggia la mano sulla bara del figlio per un'ultima lunghissima carezza, la mamma di Mariangela Valentini con gli stessi occhi azzurri e lo stesso sguardo fiero della figlia che riceve gli abbracci delle soldatesse in divisa, la mamma di Paolo Franzese che si china sul tricolore per abbracciare il figlio che l'ha resa nonna e la mamma di Giuseppe Palminteri con il rosario tra le mani.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA