Festa dello sport e poi dell'Ascoli calcio, due eventi di grande appeal in centro storico

Venerdì 10 Settembre 2021 di Cristiano Pietropaolo
La festa dei tifosi dell'Ascoli

ASCOLI - Si terrà domenica “Il Cuore dello Sport - La ripartenza dello sport”, una manifestazione che vedrà la presenza di tante società sportive per far ripartire il settore dopo il lungo periodo della pandemia. Le attività sportive si svolgeranno in piazza Arringo, piazza del Popolo, chiostro di San Francesco, piazza Ventidio Basso e largo Crivelli. Le diverse piazze ospiteranno tante discipline quali calcio a 5, pallavolo, pallacanestro, sport da combattimento, tennis, rugby, ginnastica ritmica, tiro con l’arco e pattinaggio. 

 

 

I cittadini potranno sia assistere alle performance degli atleti sia provare le diverse attività dalle 15.30 alle 19. A piazza Arringo ci saranno campi gonfiabili di calcetto, pallavolo e pallacanestro, con mini tornei organizzati dalle società e attività di sport da combattimento. A piazza del Popolo ci saranno la ginnastica ritmica, l’esibizione degli arcieri e il tennis, mentre davanti la chiesa di San Francesco le vetture da corsa del Gruppo sportivo dell’Ac Ascoli. Al chiostro di San Francesco ci sarà il pattinaggio, a piazza Ventidio Basso ci sarà un altro campo da tennis, mentre in largo Crivelli ci saranno il rugby e il ballo sportivo. «Lo sport è stato troppo penalizzato e come amministrazione abbiamo cercato di essere al fianco delle società. È stato un anno faticoso - sottolinea il sindaco Marco Fioravanti. - Vogliamo integrare più discipline sportive per cercare di dare una risposta ai ragazzi dopo che hanno passato momenti di solitudine e di scomparsa di molti valori. Lo sport mette al centro la fede e la fiducia. Ci saranno molti progetti in cantiere dove lo sport sarà al centro. Investiamo anche nelle strutture per dare risposte alle tante discipline, come a Monticelli. Campolungo e allo Squarcia».

«È un progetto già portato avanti che vuole promuovere l’attività sportiva, la multidisciplinarietà e l’ambiente, visto che si promuove il plastic free e la protezione dell’ambiente. È un progetto che vuole anche evitare la dispersione, quando il ragazzo abbandona lo sport per vari motivi - aggiunge l’assessore allo Sport Nico Stallone - È il primo evento post covid per una ripartenza del settore. Tutte le società ascolane hanno dato il loro grande contributo alla ripartenza ma anche il volontariato è stato fondamentale. Lo sport aiuta la formazione degli anticorpi e crea benessere. È nata una collaborazione tra l’Assessorato allo sport con l’indirizzo sportivo del liceo scientifico Orsini per la promozione dell’attività sportiva tra i giovani. Saranno previsti anche nuovi investimenti negli impianti cittadini». 

Raimondo Cipollini della Compagnia arcieri piceni aggiunge che «il nostro non è solo uno sport fisico perché comprende tanti settori, anche a livello mentale. Non si può lasciare niente al caso». Per Angelo Damiani della Polisportiva Dartit bisogna «recuperare la palestra dello Squarcia ma ad Ascoli servono gli impianti: quelli esistenti sono pochi e con vari problemi». Manca solo l’ufficialità ma sabato 18, in piazza Arringo, ci sarà la festa dell’Ascoli Calcio, con la presentazione della squadra al completo. L’iniziativa si terrà subito dopo la partita dei bianconeri che saranno impegnati al Del Duca contro il Benevento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA