Isa Yacht presenta richiesta
di concordato preventivo

Mercoledì 6 Maggio 2015
Isa Yacht presenta richiesta di concordato preventivo

ANCONA - Si apre un nuovo tavolo di crisi nella nautica anconetana. La Isa Yacht, società controllata dal fondo Yachting Investors Group di Londra, e specializzata nella produzione di mega yacht di lusso fra i 30 e i 100 metri, ha annunciato alla Rsu di aver presentato richiesta di concordato preventivo, per mancanza assoluta di ordini. «Centosei posti di lavoro sono a rischio - dice il segretario regionale della Fiom Cgil Giuseppe Ciarrocchi - e non ci sono possibili acquirenti interessati a rilevare il cantiere o nuovi investitori all'orizzonte.

Folta la pattuglia di creditori privilegiati e fornitori in attesa di pagamenti da parte della Isa. La notizia della richiesta di concordato cade alla vigilia di un consiglio comunale straordinario che era stato indetto per domani, con al centro la vertenza Fincantieri e la situazione di un altro cantiere storico di Ancona, Crn, al centro di un piano di ristrutturazione con cassa integrazione straordinaria e mobilità incentivata. «Porteremo all'attenzione dell'amministrazione comunale e del consiglio anche il caso Isa» dice Ciarrocchi.

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 09:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA