Da oggi lo show della Vespucci
Un mito al porto antico di Ancona

Venerdì 4 Ottobre 2019
Da oggi lo show della Vespucci Un mito al porto antico di Ancona

ANCONA - I tre alberi con pennoni e vele quadre della nave più affascinante di tutte le marinerie del mondo si avvisteranno oggi di buon mattino al largo di Ancona, quando la Amerigo Vespucci, accolta dalla danza di getti di idranti e sirene che le tributano ad ogni approdo, entrerà in rada per ormeggiare alle ore 8 nella banchina San Francesco del porto antico. Fino a domenica sera, la nave scuola varata nel 1931 nel Regio Cantiere Navale di Castellamare di Stabia, orgoglio della Marina Italiana, sarà la superstar di una “tre giorni” organizzata per le celebrazioni degli 800 anni dalla partenza di San Francesco dal porto di Ancona per la Terra Santa. Lunedì mattina riprenderà il largo per incantare in altri lidi. 

 

Le visite sulla Vespucci, ad ingresso libero e senza prenotazione, inizieranno già questo pomeriggio (ore 16,30-20) e proseguiranno per altri due giorni: domani con la mattinata riservata alle scuole e il pomeriggio per il pubblico (15,30-20,30) e domenica dalle 10 alle 12,30 e poi dalle 15,30 alle 20,30. Tre anni fa, in occasione dell’ultimo scalo della Vespucci ad Ancona, furono oltre 17mila i visitatori che in tre giorni - affrontando attese anche di 3-4 ore e malori sotto il sole cocente - salirono a bordo per le visite guidate sulla più antica unità in servizio nella Marina Militare italiana, dove circa 100 giovani dell’Accademia Navale si addestrano ogni anno in aggiunta ai 264 militari dell’equipaggio. E più del triplo, 60mila persone, si affacciarono al porto antico per ammirare da terra lo spettacolo del mitico veliero senza tempo, con immaginabili conseguenze sul traffico cittadino.

Anche quest’anno le previsioni dell’Autorità portuale sono da grandi numeri, più o meno in linea con le presenze del maggio 2016, e per evitare ressa e confusione (anche a Salerno, ultima tappa prima di Ancona, i fan della Vespucci hanno imballato per giorni il traffico cittadino) la Prefettura di Ancona ha predisposto un piano con modifiche alla viabilità all’interno del porto. I veicoli diretti ai traghetti saranno concentrati su un unico varco mentre ai pedoni sono dedicati appositi percorsi indicati ai visitatori anche con l’aiuto di volontari della protezione civile. Sul molo Rizzo fnzionerà un impianto di illuminazione supplementare e saranno posizionate transenne per consentire un ordinato ingresso dei visitatori alla nave ormeggiata.

Anche il Comune di Ancona si è attivato con servizi di bus navetta gratuiti da Tavernelle e da piazza Ugo Bassi fino al porto antico e con aperture straordinarie dei parking di Mobilità & Parcheggi. Quello degli Archi e il Traiano saranno aperti, oltre che oggi e sabato secondo i normali orari (dalle ore 5,30 gli Archi e dalle ore 7 il Traiano, fino alle 21), anche domenica dalle 9 alle 21, con le solite tariffe. Si entrerà con l’auto fino alle 21, ma si potrà uscire a qualsiasi ora e per il ritiro dell’auto si può entrare a piedi anche dopo le ore 21.
Le navette, in corrispondenza con gli orari delle visite a bordo, partiranno ogni quarto d’ora da piazza Ugo Bassi per raggiungere il porto in circa 11’, mentre dal parcheggio del cimitero di Tavernelle gli shuttle caricheranno passeggeri ogni 50’, con la possibilità, in caso di affluenza superiore al previsto, di intensificare le partenze in direzione porto antico.

La nave scuola Vespucci è rientrata nel mar Mediterraneo dopo aver ultimato le attività estive per gli allievi del primo anno dell’Accademia, svolte in Atlantico e in Norvegia. Arriverà ad Ancona da Salerno, dove è stata la vedette delle iniziative organizzate per il XX raduno nazionale dell’Associazione nazionale marinai d’Italia. Ieri l’Adriatico era in burrasca, oggi è annunciato solo mare mosso. Tutti in coda, arriva la Vespucci.

Ultimo aggiornamento: 10:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA