Schizzano in alto i contagi Covid nei comuni dell'ambito e scattano le prime multe a chi non ha il Green pass

Lunedì 20 Dicembre 2021 di Marco Antonini
Schizzano in alto i contagi Covid nei comuni dell'ambito e scattano le prime multe a chi non ha il Green pass

FABRIANO - Potenziati i controlli alle attività commerciali a Fabriano. Nell’ambito dei servizi disposti dal questore Cesare Capocasa, coordinati dal commissario Moira Pallucchi, con il personale dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di finanza e della Polizia locale, negli ultimi giorni sono stati attuati mirati controlli ad attività commerciali, alberghi, trasporto pubblico e centri di aggregazione della zona per il rispetto della normativa per arginare la diffusione del Coronavirus.

Le Marche da oggi zona gialla. Con allerta: prepararsi all’aumento dei ricoveri, ecco perché. E attenzione alle nuove regole

 

Controllate 461 persone, 65 esercizi commerciali ed elevate due multe: a una persona sprovvista di Green Pass e al titolare di attività che non aveva eseguito il controllo della certificazione verde nei confronti degli avventori. Nei giorni scorsi, gli agenti del Commissariato, con il progetto “Legalità”, hanno anche incontrato gli studenti delle terza media Marco Polo sulle problematiche connesse al bullismo, cyber bullismo,abuso di alcol e di stupefacenti. 
A preoccupare, però, è l’aumento dei casi Covid nell’Ambito 10. Sono 763 le persone in quarantena nei cinque Comuni (i più consistenti, molti dei quali alunni, sono a Fabriano, 554, e a Sassoferrato, 155) di cui 209 positivi (156 sono a Fabriano, 38 a Sassoferrato, 3 a Cerreto d’Esi, 5 a Genga e 7 a Serra San Quirico). 

Il trend

In pochi giorni, secondo i dati della Regione, nell’Ambito 10 i positivi sono saliti di 400 unità, gli attualmente positivi di 140. Procedono le vaccinazioni. Oltre ai centri vaccinali (via Gigli e ospedale) il 24 dicembre è previsto l’open-day a Cerreto d’Esi e il 5 gennaio a Serra San Quirico per i residenti e domiciliati nelle due cittadine. Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, intanto, replica alle critiche per non aver messo nemmeno quest’anno, per Natale, la pista di pattinaggio in centro: «I numeri hanno iniziato a correre, applicato il principio di precauzione. Se in queste due settimane non saremo accorti rischiamo di scivolare a metà gennaio in zona arancione rovinando tutto quanto di buono fatto fino ad oggi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA