Chiaravalle in lacrime per Linda: si è spenta la maestra con la politica e l'atletica nel cuore

Addio Linda: si è spenta la maestra con la politica e l'atletica nel cuore
Addio Linda: si è spenta la maestra con la politica e l'atletica nel cuore
di Gianluca Fenucci
2 Minuti di Lettura
Martedì 2 Agosto 2022, 08:55

CHIARAVALLE - Avrebbe compiuto 77 anni tra pochi giorni, l’8 agosto, Linda Lucchi, che gli amici chiamavano Franca. Aveva qualche problema di salute ma nessuno poteva prevedere che il male arrivasse così veloce tanto da spegnerle il sorriso in pochi giorni. Linda Lucchi era originaria di Cervia ma Gianni Aquili, dirigente politico nella Chiaravalle degli anni ‘70 e ‘80, l’aveva “rapita” dalla Romagna per sposarla e farla emigrare a Chiaravalle.

Non basta il medico con l'elicottero: muore a 64 anni sulla spiaggia di Marzocca

Il legame con la sua Cervia, però, Linda Lucchi non l’aveva mai rescisso e questo era il suo unico cruccio. Per il resto, si era fatta ben presto apprezzare e stimare: era una maestra elementare eccellente, dedita ai suoi alunni e molto apprezzata dalle colleghe. Aveva insegnato a Morro d’Alba, a Polverigi e, per oltre un ventennio, al Borghetto di M.S. Vito. All’inizio degli anni ‘60 era stata campionessa regionale di atletica leggera nei 100 e 200 metri, nella staffetta e nel salto in lungo, vestendo la maglia della Stamura Ancona. E poi la passione per la politica, che condivideva in maniera profonda col marito Gianni. Era stata segretaria cittadina del PCI ed era molto attiva nell’UDI e al Centro Donna. Era facile vederla fare il porta a porta per diffondere il quotidiano l’Unità e la rivista Noi Donne. Era una donna convintamente di sinistra, apprezzata per la sua lungimiranza e la disponibilità. Era una delle organizzatrici della Festa della Donna dell’8 marzo con altre epiche chiaravallesi, Ilva Ridoni, Carla Solustri, Fiorella Magnalardo, Lora Sampaolo, Marcella Mattioni, Lara Pistoni e con gli indimenticabili musicisti Ovidio Giacconi e Amedeo Cerioni. «Era un’intellettuale, politica agguerrita – dice la nipote Raffaela Maggi - sempre pronta a lottare per il bene di tutti. Un’ottima maestra che ha cresciuto generazioni di alunni, bravissima mamma e nonna». Lascia, oltre al marito Gianni e al figlio Angelo, gli adorati nipoti Alessio e Andrea. La salma verrà cremata oggi a Fano per poi essere traslata nel cimitero di Cervia: Linda “Franca” Lucchi tornerà così accanto ai suoi cari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA