Ancona, arrestato 24enne ladro seriale di abbigliamento griffato

Martedì 5 Novembre 2019
Ancona, arrestato 24enne ladro seriale di abbigliamento griffato

ANCONA - “Ci risiamo….Ancora voi!!!”: sono state queste le parole urlate da un giovane anconetano, classe 1995, davanti agli agenti delle Volanti che lo dichiaravano in arresto per il reato di furto aggravato.

Infatti, B.M., non è nuovo in quanto a furti ai danni di negozi: noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, amante, in particolare, di capi sportivi di grandi marche, in pratica un colladauto ed esperto ladro di abbigliamento griffato.

Ruba una playstation, incastrato dalle immagini della videosorveglianza

Ieri pomeriggio, verso le 16 durante il controllo del territorio, gli agenti delle Volanti notavano un giovane che correva a testa bassa in via Scataglini, driblando tra il traffico e le auto in sosta, inseguito a lunga distanza da un addetto alla vigilanza che gli gridava di fermarsi.

Ladro al supermercato nasconde gli oggetti dietro a un cespuglio: scoperto

Immediatamente i poliziotti riconoscevano il fuggitivo e la scena cui stavano assistendo non lasciava dubbi: la “Pantera” invertiva il senso di marcia e “balzava” davanti al malvivente che, estenuato dalla corsa e sorpreso dalla Polizia, non poteva far altro che fermarsi ed arrendersi.

Questa volta ad essere preso di mira è stato un negozio di una nota catena di abbigliamento: il giovane, dopo essere entrato, si dirigeva subito nel reparto sportivo e qui prelevava con mosse fulminee due felpe, un a t-shirt, un pantalone in felpa e un giubbino, per un valore di oltre 300,00 euro, tagliando con una forbice le placche antitaccheggio, per poi scappare cercando di eludere i sistemi antitaccheggio e gli addetti alla sorveglianza.

 Inutile i suoni delle barriere alle casse: l’uomo a testa bassa e con scarpe da ginnastica – rigorosamente di marca – fuggiva, convinto di averla fatta franca, cercando di nascondersi tra il traffico dell’arteria stradale, particolarmente intenso in quell’ora del pomeriggio.

Bloccato dagli agenti, il 24enne veniva trovato in possesso della refurtiva: due felpe e la t-shirt indossate l’una sull’altra, mentre i pantaloni e il giubbino raggomitolati all’interno della sua giacca.

 

Da una immediata perquisizione, nella tasca posteriore dei pantaloni i poliziotti rinvenivano delle forbici da cucina, lunghe circa 20 cm di colore nero e blu: un attrezzo importante e indispensabile per il malvente perché gli garantiva di liberare, con una tecnica ormai più volte da lui colladauta, tutti i capi di abbigliamento dalla morsa dei sistemi di blocco antitaccheggio.

 

Accompagnato negli Uffici della Questura, dopo le formalità di rito veniva tratto in arresto e posto in stato di detenzione domiciliare.

 

Questa mattina il Tribunale di Ancona convalidava l’arresto applicando al giovane la misura cautelare dell’obbligo di firma.

Ultimo aggiornamento: 15:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA