Sosta irregolare, attenzione adesso le multe le possono fare anche gli ausiliari

Sabato 22 Maggio 2021 di Remo Quadri
Sosta irregolare, attenzione adesso le multe le possono fare anche gli ausiliari

ANCONA  - I furbetti della sosta sono avvertiti: ora anche gli ausiliari possono fare multe. A luglio 2020 un decreto legge aveva modificato un articolo del Codice della Strada introducendo per gli ausiliari la possibilità di elevare sanzioni anche in caso di sosta irregolare nelle zone dove svolgono attività di controllo sui parcheggi a pagamento. Nelle aree con sosta con ticket, in precedenza potevano soltanto sanzionare chi non pagava il parcheggio o aveva il tagliando scaduto, non anche chi lasciava l’auto fuori posto su attraversamenti pedonali, incroci, marciapiedi. 

 


L’aggiunta dell’articolo 12bis del Codice della Strada li autorizza a fare multe per sosta vietata. Dal 1° giugno prossimo anche ad Ancona. In questi giorni la Polizia locale sta tenendo un corso di formazione agli ausiliari del traffico che operano già nel territorio comunale e appartenenti alla società M&P Mobilità e Parcheggi, corso che si concluderà con un esame finale. Con un decreto del sindaco chi lo avrà superato potrà svolgere anche questo compito.

Gli agenti della Polizia Locale per qualche giorno affiancheranno su strada gli ausiliari per rodare insieme questa nuova funzione attribuita loro dalla normativa del 2020 e poi saranno gli stessi ausiliari a controllare ed eventualmente sanzionare la sosta irregolare. «L’obiettivo – spiega la comandate della Polizia Locale Liliana Rovaldi – non è aumentare la pressione sanzionatoria, ma di rendere più sicura la circolazione sia dei veicoli che dei pedoni». Aggjunge Rovaldi: «Le auto lasciate in sosta in maniera scorretta creano pericolo. I nostri agenti non riescono ad intervenire in maniera capillare per il controllo della sosta irregolare perché impegnati anche tante altre attività di sicurezza. E questo malcostume della sosta irregolare si diffonde creando non solo pericolo e problemi alla circolazione ma anche disparità di trattamento tra gli automobilisti».


Ora, i cittadini che pagano regolarmente il parcheggio non si sentiranno più penalizzati nei confronti di coloro che lasciano l’auto fuori dagli spazi designati (a cavallo di marciapiedi, sulle strisce pedonali, davanti passi carrai, su spazi dedicati ai motocicli) e non vengono nemmeno multati per sosta irregolare perché magari hanno avuto la fortuna che una pattuglia della Polizia Locale non fosse transitata in quella zona in quel momento.

«Gli ausiliari del traffico invece, - prosegue la comandante Rovaldi – già ora effettuano controlli sistematici sia di mattina che di pomeriggio e, potendo sanzionare anche la sosta irregolare, confidiamo di riuscire a limitare questo fenomeno. Tutto ciò è necessario per aumentare la sicurezza degli utenti della strada e specialmente le fasce più deboli. La presenza costante degli ausiliari sul territorio potrà essere anche strumento di prevenzione». Ripete: «Nessun intento sanzionatorio e repressivo, ma intendiamo favorire il rispetto delle regole, del decoro cittadino e della civile convivenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA