Pedemontana, c’è il primo traguardo: apre il tratto Fabriano-Matelica nord. Cerimonia con Anas e Quadrilatero, ecco quando

Sabato 13 Novembre 2021 di Marco Antonini
Pedemontana, c è il primo traguardo: apre il tratto Fabriano-Matelica nord. Cerimonia con Anas e Quadrilatero, ecco quando

FABRIANO Mercoledì l’inaugurazione del primo tratto della Pedemontana delle Marche, da Fabriano a Matelica, con una cerimonia ufficiale. Poi l’apertura al traffico della tratta da 8 km. «Dagli ultimi aggiornamenti ricevuti da Quadrilatero si apprende che l’apertura al traffico della Pedemontana del tratto Fabriano-Matelica avverrà nei prossimi giorni compatibilmente con le condizioni meteorologiche che consentiranno di terminare gli ultimi dettagli» anticipa il sindaco di Cerreto d’Esi, David Grillini. 

 

 
Il cambio
«Saranno aperte anche le uscite di Cerreto d’Esi e Matelica fermo restando che i lavori annessi agli svincoli verranno svolti successivamente. Come comune di Cerreto d’Esi, in quest’ottica, stiamo valutando soluzioni per quando concerne il traffico pesante» dichiara il primo cittadino. Cambierà, infatti, tutta la viabilità con i mezzi pesanti che non attraverseranno la città. Su questo il Comune sta facendo uno studio con Anas e con tutte le parti coinvolte. Mercoledì, intanto, è prevista una cerimonia con un palco posizionato all’uscita della galleria Fabriano-Cerreto. Interverrà il sindaco, David Grillini, Eutimio Mucilli, ad di Quadrilatero Marche-Umbria, Massimo Simonini, ad e dg Anas e il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli. Sono stati mesi di lavoro in Pedemontana (intero tracciato, fino a Muccia, 36 km), con più di 200 operai impegnati su più turni. Pochi giorni, quindi, per poter transitare sulla tratta da Fabriano a Matelica Nord. Nel cronoprogramma originario l’apertura era fissata per fine 2019. Siamo nel primo dei quattro stralci funzionali della Pedemontana delle Marche. La spesa complessiva, da Fabriano a Matelica, è di 90.175.000 euro finanziata nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro Marche. Questo tratto, che prende il via dallo svincolo SS 76 Fabriano Est è stato deliberato dal Cipe nel 2012. A ottobre 2016 Quadrilatero ha avviato le lavorazioni preliminari. La carreggiata è larga 10,5 metri con 2 corsie da 3,75 metri, oltre a 2 banchine da 1,5 metri ciascuna. L’opera comprende 5 tra ponti e viadotti, una galleria di circa 900 metri e 3 svincoli (Fabriano, Cerreto d’Esi in prossimità del cimitero e Matelica nord). Situazione diversa per il secondo stralcio, da Matelica Sud a Castelraimondo Nord (8,4 km). Il 19 dicembre 2014 è stato approvato in linea tecnica il progetto definitivo. Il progetto esecutivo, invece, è stato approvato il 3 marzo 2018. I lavori sono stati consegnati “Dirpa 2 Scarl” (Astaldi SpA), Contraente Generale del progetto Quadrilatero, e la conclusione è prevista nel prossimo anno. 


I lotti
Per quel che riguarda il terzo e quarto lotto Quadrilatero ha approvato, il 22 dicembre 2020, il progetto esecutivo degli ultimi due lotti (da Castelraimondo a Muccia) della Pedemontana, l’arteria che permette il collegamento tra la Statale 77 e la SS 76. Sono stati consegnati nei primi mesi dell’anno con un cronoprogramma che prevede l’ultimazione dell’intero tratto entro l’inizio del 2024.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA