Ancona, Renata svanita nel nulla
Le tracce si fermano a Loreto

Sabato 28 Ottobre 2017
Ancona, Renata svanita nel nulla Le tracce si fermano a Loreto

ANCONA - Si fermano a Loreto le ultime tracce di Renata “Reny” Rapposelli, la pittrice abruzzese di cui si sono perse le tracce da quasi 20 giorni. Secondo gli ultimi accertamenti svolti dai carabinieri, la 64enne, residente in un piccolo appartamento del centro storico anconetano, sarebbe svanita nel nulla dopo un litigio furibondo avuto con l’ex marito. La donna, che nell’ultimo periodo era seguita dai servizi sociali a causa di alcuni problemi economici, sarebbe scesa a Giulianova il 9 ottobre con il treno, per andare a trovare il figlio. Alla stazione è stata accolta dall’ex marito. 
Nel giro di pochissimi minuti, l’incontro sarebbe degenerato in una lite per motivi di natura economica. Talmente feroce che la donna avrebbe subito deciso di tornare sui suoi passi, rientrando ad Ancona. Non sarebbe salita su un convoglio, ma sull’auto dell’ex coniuge offertosi di accompagnarla verso le Marche, non prendendo l’autostrada, ma la statale adriatica.

Durante il tragitto, il battibecco sarebbe continuato, toccando l’apice nei pressi di Loreto. È qui, all’ombra della basilica, che l’auto si sarebbe fermata, facendo prendere ai due ex coniugi due strade diverse: la pittrice è rimasta ai bordi della strada, a piedi. Il marito ha invece invertito la rotta, tornando verso l’Abruzzo. Da quel momento, almeno per quanto riguarda la vicenda della 64enne, è il vuoto. Di certo c’è solo una cosa: nel tragitto verso Giulianova, l’ex marito ha accusato un malore che poi l’ha costretto a due giorni di ricovero in ospedale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA