Ruba il postamat alla nonna di 90 anni, fa 8 prelievi e gli sottrae dal conto 3700 euro

Lunedì 2 Marzo 2020
Ruba il postamat alla nonna di 90 anni e gli sottrae dal conto 3700 euro

ANCONA - Ad accorgersi è stata proprio l’anziana donna che insieme al marito nel controllare il libretto di risparmio ha scoperto l’ammanco di 3.700 euro che ignoti avevano effettuato  dal suo conto corrente tramite 8 prelievi fraudolenti.Vittima della vicenda, scoperta dai carabinieri della Compagnia di Ancona, una 90 enne di Torrette che si è recata presso la Stazione Carabinieri di Collemarino per denunciare il corposo ammanco dal proprio conto corrente.
In particolare l’anziana, nel mese di settembre, ha denunciato che ignoti avevano effettuato in maniera fraudolenta diversi prelievi per un totale di 3.700 euro.

LEGGI ANCHE:

Trovato dai carabinieri con eroina e cocaina in casa: scatta la denuncia


L’attività investigativa avviata dai militari di Collemarino mediante la minuziosa analisi delle immagini fornite da uno sportello ATM ha consentito di estrapolare i fotogrammi del giovane 27 enne che ha effettuato i prelievi fraudolenti e che successivamente è stato riconosciuto dalla nonna convivente.

Nel ricostruire la vicenda i carabinieri hanno scoperto che il nipote convivente dell’anziana donna approfittando delle temporanee assenza della stessa, si è impossessato – in più occasioni -  della carta postamat di quest’ultima ed ha effettuato, nel periodo compreso tra il 2 agosto e il 6 settembre 2019, 8 prelievi sottraendo complessivamente dal conto della nonna 3.700 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA