Parcheggio all’ex San Martino dal 2023: disponibili 120 posti auto, ecco quanto costerà la sosta

Venerdì 18 Giugno 2021 di Lorenzo Sconocchini
Un rendering del progetto di fattibilità elaborato dallo studio Arx di Firenze

ANCONA  - Già per le festività del Natale ‘23, se i programmi verranno rispettati, si potrà sostare nel nuovo parcheggio Centrale all’ex San Martino, due minuti a piedi dall’isola pedonale del Corso, e la tariffa oraria dovrebbe essere competitiva rispetto a quella del vicinissimo parcheggio Stamira, dove ora si pagano 2,40 euro l’ora con sconti nei festivi e riduzioni per abbonamenti.

 

L’anticipazione arriva dal dottor Erminio Copparo, l’amministratore unico di Mobilità & Parcheggi la società partecipata che gestirà in house la struttura. «La giunta comunale - ricorda Copparo - ha approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica, ora attendiamo il via libera del consiglio comunale per poi dare l’ok al progetto definitivo ed esecutivo».


Il bando per l’aggiudicazione dei lavori, secondo le stime di M&P, potrebbe arrivare a gennaio e l’inaugurazione del posteggio potrebbe avvenire per Natale 2023. La tariffa? «In base al piano economico - spiega l’amministratore di M&P, è stata ipotizzata a 1,70 euro l’ora». 


Il progetto di fattibilità tecnico-economica, redatto da un pool guidato dallo studio fiorentino Arx Srl, vincitore del concorso di idee per la realizzazione del parcheggio San Martino, è stato approvato a maggio dalla giunta Mancinelli. L’edificio verrà realizzato su 6 piani, di cui due interrati, parzialmente sovrapposti per 12 semipiani complessivi. Nell’ex caserma da tempo in degrado saranno ricavati 120 posti auto, ma il recupero di alcuni locali consentirà anche i ottenere spazi da destinare a servizi, uffici, associazioni, luoghi di aggregazione, mentre al piano terra saranno inserite delle stazioni per la ricarica dei veicoli elettrici. L’ultimo piano è concepito come terrazza per eventi temporanei, grazie alla sua posizione ed altezza che permettono di avere una vista sul mare e sul centro storico. «L’inserimento di attività collaterali al parcheggio - si legge nella relazione tecnica allegata al progetto di fattibilità - consentirà l’innesco di un vero e proprio presidio sociale, riqualificando l’intera area». 


La superficie lorda del park sarà di 5.100 mq con un’altezza inferiore ai 15 metri e sarà completamente illuminato, in modo da fungere da “lanterna urbana”. L’accesso e l’uscita principale saranno su via San Martino con due rampe.
Il restyling dell’ex caserma San Martino, progetto da 3,5 milioni di euro, cambierà anche la viabilità in uno snodo nevralgico dove si incrociano il traffico in arrivo dal porto attraverso la galleria San Martino e il flusso di auto in uscita dal centro storico. Nello studio di fattibilità tecnico-economica si spiega che il nuovo parking permetterà di minimizzare le soste non regolamentate e di arginare le auto sul limite del centro storico «così da diventare un vero e proprio parcheggio scambiatore».


L’ingresso e l’uscita principale del nuovo parcheggio saranno in via San Martino, ma per raggiungerla i progettisti hanno sperimentato nuove soluzioni per accorciare i tempi di percorrenza e diminuire così il carico di inquinamento. La proposta dei progettisti di Arx consiste nel cambiare il senso di marcia su via Marsala, nella parte iniziale, andando a creare una “rotatoria” naturale data dagli edifici «che andrà a ridurre notevolmente i tempi di percorrenza e la distanza, passando da 4 minuti a circa un minuto per raggiungere il parcheggio, percorrendo meno di 300 metri».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA