Minaccia di morte un giornalista, ragazzo di 29 denunciato dai carabinieri

Mercoledì 24 Giugno 2020
Minaccia di morte un giornalista, ragazzo di 29 denunciato dai carabinieri

ANCONA - Non si fermano le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Ancona sulla movida del centro dorico, a finire nei guai questa volta è stato il 29enne anconetano che venerdì notte, ha prima minacciato di morte un cronista del Corriere Adriatico e poi seminato scompiglio tra gli avventori dei locali pubblici, per tale ragione è stato deferito per minaccia aggravata alla Procura della Repubblica di Ancona.

Venerdì scorso, poco prima della mezzanotte, un 29enne anconetano, in preda ai fumi dell’alcool, camminava con passo spedito in via Garibaldi, quando senza motivo ha cambiato direzione e si è avvicinato al tavolo esterno di un locale dove un cronista era in compagnia di alcuni amici.

LEGGI ANCHE:

Capannone in fiamme: tre autobotti per domare il rogo

Il giovane ha assunto un tono e uno sguardo minaccioso nei confronti del cronista e portandosi, a pochi centimetri dal suo viso, gli ha chiesto se si conoscevano. Ottenuta la risposta negativa da quest’ultimo, il 29enne lo ha minacciato intimandogli di abbassare lo sguardo perché se non lo avesse fatto lo avrebbe ammazzato. A quel punto è calato il silenzio tra gli avventori dell’attività.

Nessuno ha proferito risposta, per evitare che la situazione potesse degenerare. Solo a quel punto il 29enne si è allontanato in direzione del porto di Ancona. Né il cronista che le persone che hanno assistito alla scena si sono rivolte alle forze dell’ordine.
 
Poco dopo, alle ore 23:30 circa, sono pervenute diverse segnalazioni al numero di emergenza 112, dagli avventori dei locali del centro, che sono stati infastiditi da un giovane in stato di ebrezza alcolica. Un’ora più tardi, verso l’una di notte, è giunta analoga richiesta d’intervento telefonica dal titolare di un’attività di piazza plebiscito, anche in questo caso il comportamento e la descrizione del giovane molesto era identica.

La pattuglia della Sezione Radiomobile nel giro di pochi minuti è intervenuta in piazza del Plebiscito constatando che la persona oggetto delle segnalazioni al 112 si era già dileguata.
La descrizione dettagliata fornita dagli avventori della piazza ai militari è bastata. Dopo pochi minuti, in Piazza della Repubblica, è stato rintracciato e identificato. Si tratta di un 29 enne anconetano, con qualche precedente di polizia, che è apparso ai carabinieri in evidente stato di alterazione dovuta all’abuso di alcool, per tale ragione, in assenza di ulteriori segnalazioni al 112 che facessero riferimento al pregresso comportamento minaccioso tenuto nei confronti del cronista, il 29enne è stato sanzionato amministrativamente per ubriachezza molesta.
 
Nei giorni successivi ai fatti verificatisi nella notte del 19 giugno, si è appreso, a mezzo stampa, che un cronista del Corriere Adriatico era stato minacciato di morte da uno sconosciuto all’esterno di un locale del centro dorico nella notte di venerdì e che lo stesso, era stato segnalato anche dagli avventori di alcune attività nei pressi di piazza plebiscito.

Attraverso indagini mirate, sommarie informazioni, acquisizioni di video e individuazioni fotografiche, i carabinieri della Sezione Operativa del Norm hanno accertato che a minacciare il cronista del Corriere Adriatico era stato lo stesso 29enne anconetano, identificato e sanzionato nella stessa notte dai militari per il comportamento molesto riscontrato nei locali del centro dorico.

Nonostante il giornalista particolarmente turbato si sia riservato di sporgere la querela per minacce nei confronti del giovane anconetano, stante al tenore e alla gravità della stessa, confermata anche dai testimoni, il 29enne è stato deferito e ora la sua posizione sarà vagliata dalla Procura della Repubblica di Ancona in ordine al reato di minaccia aggravata.

Ultimo aggiornamento: 17:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA