Corto circuito al Passetto: ascensore attivo fino a fine mese, ma chiudono stabilimento, guardia medica e salvataggio

Martedì 14 Settembre 2021 di David Luconi
Corto circuito al Passetto: ascensore attivo fino a fine mese, ma chiudono stabilimento, guardia medica e salvataggio

ANCONA - L’inesauribile voglia di mare sta ancora caratterizzando la stagione del Passetto. Anche domenica scorsa in tanti hanno affollato la spiaggia cittadina sotto l’ascensore, sia nella parte pubblica che in quella dello stabilimento balneare “Il Valentino”. Stabilimento che, però, ha chiuso i battenti proprio domenica, nella data nella quale, sapendo del termine del servizio dell’ascensore panoramico gestito dalla Conero bus, il titolare Claudio Cerusico aveva deciso lo stop alla stagione del balneare chiudendo anche il ristorante la “Luna al Passetto”sopra la Palafitta. 

Professoressa contraria al Green pass, il preside: «Spiace doverla sospendere, ma devo applicare la legge»

 

In spiaggia sono stati dismessi sia il servizio di salvamento sia quello di guardia medica, entrambi necessari per la sicurezza dei bagnanti. Poi il contrordine rispetto alla chiusura dell’ascensore che, come comunicato dal Comune sulla propria pagina Facebook venerdì scorso, resterà aperto dalle 8 alle 20 orario continuato fino a domenica 26 settembre. 

La lamentela 

«La stagione è andata bene e ogni anno si apprezza maggiormente la nostra bella spiaggia cittadina - ha precisato Cerusico -. Sono felice che un tratto di mare così bello sia tenuto in grande considerazione. Per quanto riguarda la chiusura stagionale ci eravamo organizzati con i contratti dei nostri dipendenti per liberarli questo fine settimana; il tutto sapendo che il servizio dell’ascensore sarebbe terminato questa domenica». Continua Cerusico: «La decisione del Comune di prolungare il servizio ci ha colto di sorpresa e avremmo apprezzato ci avessero coinvolto facendocelo sapere. Ora non so se riusciremo ad organizzarci per posticipare la chiusura dello stabilimento». 
Una mancata collaborazione quella tra Comune e titolare delle attività sulla spiaggia del capoluogo, che ha portato a qualche disservizio, anche e soprattutto per le varie problematiche che negli anni sono state sempre portate alla luce ma che non hanno trovato risoluzione. Come la ripavimentazione del camminamento sotto l’ascensore che presenta buche molto pericolose per bagnanti e turisti. O il ridotto numero dei servizi igienici della spiaggia, visto che ce n’è solo uno a ridosso dello stabilimento (che ne ha la gestione) e un altro sotto la scalinata che rimane quasi sconosciuto. «Vorremmo maggiore collaborazione da parte delle istituzioni che con pochi interventi mirati potrebbero dare maggiore lustro alla spiaggia della città - riprende Cerusico -. Come il ripascimento della ghiaia che da tanti anni non viene fatto ma permetterebbe di prolungarla anche e soprattutto nella zona pubblica che tra l’altro, il mese scorso, una grossa mareggiata ha ridotto». 
La prosecuzione
Ora, non resta che rimboccarsi le maniche per questa coda di stagione. Cerusico, alla luce della notizia improvvisa del proseguimento del servizio dell’ascensore panoramico, sta pensando di prolungare per tutta la settimana il servizio del balneare, così come quello del bar annesso e della gestione dei bagni. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA