Lanterna rossa chiusa da 7 mesi anche in zona gialla, la Procura vuole capire il perché: aperto un fascicolo

Mercoledì 26 Maggio 2021 di Federica Serfilippi
Da 7 mesi è chiuso il camminamento della Lanterna Rossa

ANCONA - Perché, nonostante il passaggio in zona gialla da un mese esatto, il varco che conduce fino alla Lanterna Rossa non è stato ancora riaperto alla cittadinanza? È questa, in estrema sintesi, la domanda di fondo che ha spinto la procura ad avviare un’inchiesta per vagliare eventuali illeciti legati al perdurare dell’interdizione del tratto che va dalla Torre dei Piloti fino a una delle location più amate dagli anconetani, uno dei luoghi del cuore per dirla con le parole del sondaggio sul turismo lanciato recentemente dal Comune dorico.

LEGGI ANCHE:

Alberghi sold out per luglio e agosto, a giugno si punta sul last minute. Ma il rebus Covid "cancella" gli stranieri

 


Il fascicolo è stato aperto dal pm Rosario Lioniello e per ora non ci sono indagati, né ipotesi di reato. Si tratta di un fascicolo esplorativo, aperto proprio per appurare la sussistenza e la tipologia delle motivazioni che hanno portato a privare i cittadini della passeggiata mozzafiato sul molo nord del porto. Il varco, con tanto di cancello sbarrato, è chiuso dallo scorso 27 ottobre. Il giorno prima, il presidente dell’Autorità Portuale Rodolfo Giampieri aveva firmato un’ordinanza per interdire l’accesso a tutto il molo nord a causa dell’arrivo di un nuovo picco della pandemia da Covid-19, preceduto da una serie di restrizioni governative prese a livello centrale, con l’introduzione del coprifuoco e la divisione del Paese in tre colori. In sostanza – sosteneva l’Authority - spazi stretti e numerosi visitatori non avrebbero potuto certo favorire il rispetto della distanza di sicurezza ma, al contrario, favorire il rischio assembramenti.


In precedenza, il tratto tra la Torre dei Piloti e la Lanterna, era stato chiuso da marzo a giugno 2020, sempre per prevenire i contagi. Era stato riaperto con il miglioramento delle condizioni sanitarie. In pratica, in circa un anno e mezzo, il passaggio che porta anche al murale dedicato a Monica Vitti, è stato aperto solamente quattro mesi. Negli ultimi sette, chi intende arrivare al famoso pilone rosso si trova la strada sbarrata. A stoppare l’ingresso del cunicolo che conduce da una parte all’altra del molo è un cancello con su scritto “Vietato l’accesso a tutte le persone non autorizzate”.

Non ci sarebbero traccia, almeno fino a qualche giorno fa, di cartelli legati a limitazioni per Covid. 
L’interdizione per arrivare alla Lanterna è in vigore fino al perdurare dell’emergenza in atto, dunque fino al 31 luglio. Il divieto non centrerebbe nulla con il progetto in corso di studio per il taglio di circa 80 metri del molo. Con il ritorno in zona gialla, in molti (anche da fuori provincia), non hanno perso l’occasione di passeggiare per il porto antico. E molti sono rimasti inevitabilmente delusi dal cancello trovato chiuso, ostacolo alla passeggiata romantica fino all’estremità del molo. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA