Topi d'auto arrestati: incastrati dal cellulare della proprietaria dell'Audi

Topi d'auto pugliesi presi in flagranza: incastrati dal cellulare della proprietaria dell'Audi
Topi d'auto pugliesi presi in flagranza: incastrati dal cellulare della proprietaria dell'Audi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Giugno 2022, 12:33 - Ultimo aggiornamento: 12:34

ANCONA - Tentano di rubare un'Audi Q3, ma la proprietaria riceve un alert sullo smartphone, chiama i carabinieri e riesce a far arrestare in flagranza di reato due ladri foggiani.

Schianto tra due auto, caos traffico fuori dalla galleria del Risorgimento: donna di 77 anni portata all'ospedale

È successo qusta notte intorno alle 3,30 in via Montegrappa ad Ancona, ad allertare i Carabinieri è stata la proprietaria dell’autovettura che, appena ricevuto un alert sul proprio telefono cellulare che segnalava l'apertura dello sportello, ha avvertito la centrale operativa dei carabinieri.I militari sono giunti sul posto ed hanno visto i due soggetti di sesso maschile nell’autovettura segnalata, intenti ad armeggiare con strumenti di effrazione. I malviventi, udite le sirene e visti i lampeggianti, si davano alla disperata fuga a piedi. Dopo pochi secondi l’equipaggio riusciva a fermare il primo dei due, intercettandolo su Via Toti. Il malintenzionato non opponeva resistenza ed immediatamente consegnava tutto quanto nella sua disponibilità alle forze dell’ordine.
Con grande professionalità e furbizia, i Carabinieri della sezione radiomobile non hanno mai perso di vista il secondo malintenzionato che, a differenza del proprio compagno, scavalcava una recinzione e si nascondeva sotto una pianta all’interno di una abitazione privata in Via Panoramica. Veniva richiesto l’ausilio di una pattuglia dei Carabinieri di Ancona Centro che, insieme ad un equipaggio della Questura, giungeva sul posto e cinturava la zona, bloccando le vie di fuga. Grazie alla descrizione fornita dai Carabinieri del Radiomobile anche il secondo foggiano veniva tratto in arresto. Durante le fasi di concitazione i militari operanti avevano modo di accorgersi della presenza di una terza persona, che faceva da palo e che, all’arrivo delle pattuglie, fuggiva con un’autovettura di colore giallo ocra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA