Lacrime e applausi per l'addio ad Aurora Caruso: «Non ci sono parole per questo dolore»

Lacrime e applausi per l'addio ad Aurora Caruso: «Non ci sono parole per questo dolore»
Lacrime e applausi per l'addio ad Aurora Caruso: «Non ci sono parole per questo dolore»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Ottobre 2022, 14:13 - Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre, 08:37

ANCONA - La speranza che Aurora sia in un posto migliore e che stia illuminando il cielo con il suo splendido sorriso. La speranza che deve sostenere la famiglia Caruso in questo terribile momento, dove non c'è spazio per le parole e per i perché, ma serve stringersi attorno ai genitori e al fratello dilaniati da un dolore che non avrà mai fine.

Silenzio e lacrime per Aurora

Silenzio e lacrime questa mattina nella chiesa San Pio X di Collemarino dove si sono celebrati i funerali di Aurora Caruso, la ragazza di 22 anni morta martedì sera  in un tremendo scontro sulla Statale 16 ad Osimo Stazione, davanti al parco commerciale Cargo Pier. La giovane, commessa proprio nel centro commerciale, aveva appena finito il turno di lavoro e stava tornando a casa quando la sua auto, una Alfa 147, si è scontrata con una Opel Astra condotta da un giovane di Polverigi.

Palloncini bianchi e uno striscione: «Resterai nel nostro cuore»

Ad attendere il feretro davanti alla chiesa, tanti palloncini bianchi a forma di cuore dove è stato scritto il suo nome e uno striscione tenuto dagli amici: «Non ci sono parole per questo dolore, ciao Aurora rimarrai nel nostro cuore». E poi applausi e ancora lacrime, perchè anche se ci si deve aggrappare alla speranza di un aldilà, qui sulla terra sarà difficile accettare un'altra morte assurda di una ragazza nel fiore degli anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA