Carrelli della spesa, Montagnola record: procede il cantiere del Lidl all’ex Ipc Podesti. In poche centinaia di metri anche Coop, Tuodì e Tigotà

Carrelli della spesa, Montagnola record: procede il cantiere del Lidl all ex Ipc Podesti. In poche centinaia di metri anche Coop, Tuodì e Tigotà
Carrelli della spesa, Montagnola record: procede il cantiere del Lidl all’ex Ipc Podesti. In poche centinaia di metri anche Coop, Tuodì e Tigotà
di Claudio Comirato
3 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Febbraio 2022, 07:45

ANCONA - Record di carrelli della spesa in via della Montagnola: in poche centinaia di metri quattro regni della spesa. L’ultimo in arrivo è il Lidl, che sorgerà sulle macerie dell’ex Ipc Podesti. Un piano interrato di oltre 1600 mq adibito a parcheggio, un piano vendita di 2000 mq, una scala mobile di collegamento, una zona per il ricevimento delle merci, parcheggi per disabili, colonnine per la ricarica delle vetture elettriche, rastrelliere per lasciare le biciclette ma anche un recupero dell’intera zona antistante il centro commerciale. 

 
Il cantiere
Prende forma il nuovo punto vendita Lidl in via della Montagnola. Il cantiere è in pieno svolgimento: carpentieri, elettricisti, idraulici e tecnici coordinati dai vertici della Eco Costruzioni di Monteroberto. Un centinaio gli operai al lavoro: il taglio del nastro potrebbe avvenire a metà marzo, salvo complicazioni. A sbarcare in via della Montagnola è Lidl, catena alimentare legata alla grande distribuzione, peraltro già presente ad Ancona in via Flaminia e alla Baraccola. Un punto vendita che sorge sulle rovine dell’edificio che un tempo ospitava l’istituto professionale per il commercio, demolito nello scorso anno. A distanza di qualche mese il via ai lavori: nella tradizione del marchio Lidl, la parte anteriore del supermercato verrà realizzata con vetrate supportate da uno scheletro in ferro, struttura già montata. Il supermercato sarà uno dei più grossi della Lidl nel centro Italia. 
I clienti potranno utilizzare un parcheggio sotterraneo di 1600 mq per raggiungere poi il piano vendita posto a livello della strada tramite un ascensore o in alternativa una scala mobile. Al piano della strada ci saranno dei parcheggi riservati ai disabili, delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche ma anche delle rastrelliere per le bici. Una zona, quella attorno al nuovo centro commerciale, che verrà dunque riqualificata: in particolare, l’appezzamento che costeggia la strada che da via della Montagnola arriva fino al campo Nelson Mandela. Una zona divenuta una discarica abusiva. Ma tutto questo a breve sarà un ricordo in quanto l’area verrà bonificata grazie all’avvento del nuovo discount. Certo si inasprirà la concorrenza: basti pensare che nel raggio di neanche mezzo chilometro, oltre al Lidl, ci sono la Coop, il Tuodì e Tigotà. 


La concentrazione
Ma le novità in casa Lidl, almeno per quello che riguarda le Marche, non finiscono qui per il semplice fatto che nel giro di poco tempo potrebbero iniziare i lavori di ristrutturazione del punto vendita che si trova a Senigallia: la stessa catena alimentare sta valutando altri lotti edificabili, ennesima riprova di come questo marchio si stia legando al territorio.
La catena ha programmato un investimento di 5 milioni per quest’area in via della Montagnola e andrà ad incrementare l’offerta per lo shopping in una zona in cui la grande distribuzione ha attecchito in modo sorprendente. Dopo le nuove aperture a raffica alla Baraccola, ora è la zona della Montagnola che si sta rivelando un punto di attrazione per la spesa, in particolare per quel che riguarda i supermercati. Senza dimenticare poi il progetto da 7,3 milioni per il maxi restyling di piazza d’Armi che porteà alla realizzazione di un nuovo mercato coperto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

© RIPRODUZIONE RISERVATA