Addio Marisa, la cuoca dei vip: Portonovo perde la sua anima. Il principe Carlo scoprì da lei la leggenda del mosciolo

Venerdì 11 Dicembre 2020 di Roberto Senigalliesi
Maria Luisa Dubbini con la famiglia al ristorante Da Emilia

ANCONA  - Era la cuoca dei vip e degli appassionati della baia. Era l’anima di Portonovo che perde una delle sue figure più illustri. Se n’è andata a 84 anni Maria Luisa Dubbini, per tutti “Marisina”, la figlia della mitica Emilia, pioniera della ristorazione di Portonovo. Prese il testimone dalla madre nella conduzione dello storico ristorante Emilia, prima nella zona della Fonte e poi di fronte al mare dove ancora oggi è un luogo di ritrovo e di buona cucina, meta anche di personaggi illustri tentati dalla ricercatezza dei suoi piatti. 

LEGGI ANCHE:

Tanti rumori da uno stabile in piena notte: c'era in corso una festa con otto giovani. Tutti multati

 
Per la mamma Emilia Marisa era “la piccolina”, l’ultima dei 6 figli avuti con Emilio Dubbini, quella che l’ha sempre accompagnata fin da ragazzina nella coraggiosa avventura in riva al mare. Marisa ha riproposto quelle ricette e quei piatti semplici ma inimitabili: la specialità della casa. Marisa si è spenta ieri pomeriggio a Torrette, dove era ricoverata da qualche tempo dopo essere stata operata per un’emorragia cerebrale. A piangerla il marito Franco Rubini, “Franco il barcarolo”, compagno di una vita a Portonovo, i figli Federica ed Edoardo, i 4 nipoti, che hanno affiancato la mamma nella conduzione del ristorante e rappresentano la terza generazione di una famiglia a cui si deve l’inizio dello sviluppo turistico della baia. 


Lascia un vuoto nel cuore degli amici del Poggio, dove Marisa abitava e dove era nata, dei ristoratori della baia e delle migliaia di clienti che hanno gustare piatti e convivialità. Tanti nomi importanti: Virna Lisi, Fausto Coppi con la sua dama bianca, Corrado, Mina, Walter Chiari, il principe Emanuele Filiberto di Savoia, Lech Walesa, Nilde Jotti, Rudolf Nureev, Giorgio Panariello, Mario Cipollini, Milly Carlucci, Lucio Dalla, Vittorio Sgarbi, Ricky Tognazzi e Simona Izzo, Giorgio Albertazzi. E poi il principe Carlo d’Inghilterra, nel 1986, venuto a scoprire di persona se quella leggenda mediterranea delle strane ostriche nere (mosciolo) fosse vera. Marisa, “la piccolina”, era sempre stata con la mamma Emilia. Già da quando aveva 12 anni, pronta a rubare con gli occhi i segreti in cucina. Aveva rinunciato ad una vita normale di ragazza per proseguire il sogno della madre: trasformare Portonovo in un luogo accogliente e mettersi al servizio della gente che dai primi anni ’60 ha cominciato a frequentarlo sempre di più. Ha riempito la sua splendida avventura con il marito Franco e i figli Federica e Edoardo, pronti a prendere il testimone da lei. I funerali di Maria Luisa Dubbini si svolgeranno domani pomeriggio alle 14.30 nella chiesa parrocchiale del Poggio. La camera ardente dalla mattinata di oggi nella sala del commiato Bacchelli di Sirolo. 

 

Ultimo aggiornamento: 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA