Vuelle a Marotta in ricordo di Andrea Sciarrini. Intanto si gode la convocazione di Visconti in Nazionale

Vuelle a Marotta in ricordo di Andrea Sciarrini. Intanto si gode la convocazione di Visconti in Nazionale
Vuelle a Marotta in ricordo di Andrea Sciarrini. Intanto si gode la convocazione di Visconti in Nazionale
di Mirko Facenda
4 Minuti di Lettura
Domenica 13 Novembre 2022, 02:40

PESARO - Seduta di pesi individuale ieri mattina per la Carpegna Prosciutto che si ritroverà in palestra lunedì pomeriggio al palas di Marotta in occasione dell’iniziativa “In ricordo di Andrea”. Stiamo parlando di Andrea Sciarrini morto il 30 aprile per un improvviso malore a soli 40 anni. L’allenamento della Carpegna Prosciutto inizierà alle 17 e successivamente ci sarà il taglio del nastro del pulmino per disabili, comprato con il ricavato della lotteria dedicata ad Andrea Sciarrini, che ha permesso di raccogliere più di 10 mila euro sui 55 mila totali, ma verrà anche ritirata la maglia numero 17 con cui Andrea scendeva in campo. 


Le emozioni 


Tornando invece al basket giocato, quella che si è appena conclusa non è stata una settimana come le altre per la guardia-ala della Carpegna Prosciutto Riccardo Visconti - che ieri ha assistito alla prima giornata di Ibsa Next – visto che nei giorni scorsi si è allenato con l’Italia di coach Gianmarco Pozzecco. «Beh per prima cosa è stata una convocazione inaspettata e quando mi ha chiamato Stefano Cioppi mi aspettavo tutto tranne che una convocazione con la Nazionale, visto che non ero presente nella lista e quindi per me è stato bellissimo, ma anche un grande onore poter respirare il clima della Nazionale e tornare ad indossare la maglia dell’Italia che io ho indossato solo per quanto riguarda le formazioni del settore giovanile».


L’opportunità


«Mi sono fatto conoscere e credo che questa alla fine sia la cosa più importante - aggiunge Visconti - ed ho preso questa situazione come una opportunità guadagnata per divertirmi e per provare a dimostrare che ci posso stare e spero di esserci riuscito». Passando alla Carpegna Prosciutto siete arrivati alla prima pausa con il 50 % di vittorie. «Nonostante siamo stati privi fino adesso di uno e a volte anche di due giocatori, credo che questa prima parte di stagione sia positiva, anche perché abbiamo già giocato con 4 delle 5 formazioni che tutti pronosticano come pretendenti allo scudetto. Sappiamo quali sono le cose su cui dobbiamo lavorare e migliorare per fare un ulteriore passo avanti tutti insieme». Riccardo Visconti poi spiega il “segreto” di questa squadra, che fino adesso davanti ad ogni avversaria affrontata non ha mai mollato. «Penso che sia la voglia di lavorare che ci trasmette coach Repesa, visto che tutti abbiamo tanta voglia di allenarci e il livello di competizione è sempre molto alto in allenamento. Tutto questo ci permette poi di essere pronti a combattere in vista della partita e di essere intensi fisicamente e i suddetti aspetti in un campionato così equilibrato sono importanti».


L’ex di domenica prossima 


Domenica prossima il vostro cammino in campionato riprenderà da Brindisi e per lei crediamo non sarà una gara come le altre. «Non lo è ma lo deve essere. A Brindisi ho trascorso due anni belli ma allo stesso tempo anche tosti e ora fanno parte del passato - sottolinea Visconti -. Io adesso sono a Pesaro e devo pensare ad essere più performante possibile aiutando la squadra e questo è il mio unico obiettivo. Poi chiaramente al pala Pentassuglia mi passeranno davanti anche tanti ricordi, però credo che la mia attenzione debba essere concentrata più sulla mia squadra che sul fatto di essere l’ex della partita». A livello di squadra Visconti ci dice che opinione si è fatto di Brindisi in questa stagione. «La Happy Casa mi ha fatto una impressione molto buona anche per quanto riguarda l’atletismo che possiede e quindi sono certamente una buona squadra. A parte le primissime tutte le altre sono più o meno sullo stesso livello e questo è stimolante». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA