Montero saluta la Samb e tornerà in Argentina per allenare la squadra di un tifoso molto speciale

Sabato 12 Giugno 2021
Paolo Montero, 49 anni, durante una partita della Samb

SAN BENEDETTO Ore decisive per il trasferimento di Paolo Montero sulla panchina del San Lorenzo, club che milita nel massimo campionato argentino e per cui fa il tifo Papa Francesco. L'ormai imminente raggiungimento dell'accordo fra le due parti è stato ammesso anche dallo stesso tecnico di Montevideo che si trova da alcuni giorni in Uruguay. Per Montero si tratta di un ritorno nel San Lorenzo, in cui ha militato da calciatore nella stagione 2005/06 dopo aver concluso il ciclo vincente con la Juventus durato dieci anni. Già da alcuni giorni il nome del tecnico uruguaiano veniva accostato dalla stampa sudamericana al sodalizio argentino e ora pare che l'accordo sia in dirittura d'arrivo. Prima di definire l'eventuale intesa con il San Lorenzo, Montero dovrà rescindere il contratto che aveva con la Samb fino al giugno 2022.

Si chiude così l'avventura di Montero sulla panchina rossoblù durata due stagioni. È arrivato a San Benedetto nell'estate 2019 grazie a una decisione di Franco Fedeli. Nonostante il campionato sia stato interrotto a febbraio per il Covid, il tecnico uruguaiano è riuscito comunque a portare la Samb ai playoff centrando il decimo posto. Nel post season la Samb fu subito eliminata dal Padova. Nella stagione appena conclusa Montero è stato esonerato dopo otto giornate di campionato dall'ex presidente Domenico Serafino, per poi essere richiamato nello scorso febbraio dopo le dimissioni di Zironelli. In condizioni difficilissime, con la squadra che non prendeva stipendi da diversi mesi, Montero è stato capace di portare Maxi Lopez e compagni ai playoff, facendo classificare la Samb al nono posto. Anche questa volta la squadra rossoblù è stata subito eliminata al primo turno dal Matelica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA