Fedeli e il rinnovo per Di Massimo: «Ha un debito di riconoscenza nei miei confronti»

Martedì 10 Dicembre 2019
Alessio Di Massimo dopo un gol segnato con la Samb
SAN BENEDETTO - Nulla di fatto sull’allungamento del contratto fino al 2022 di Alessio Di Massimo. Incontro interlocutorio quello di lunedì sera, avvenuto prima della partita Samb-Gubbio, tra il presidente Franco Fedeli e Donato Di Campli, l’agente del giovane attaccante abruzzese. «Ci stiamo lavorando sul rinnovo – dice Fedeli - ma il ragazzo e il suo procuratore hanno un debito di riconoscenza nei miei confronti perché io l’ho sempre tutelato nei momenti difficili. Quando tutti lo contestavano soltanto io l’ho difeso. Ho sempre creduto in lui». Dice la verità il patron romano che ha sempre perorato la causa di Di Massimo davanti a tutto e a tutti, e sempre con grande ostinazione, ma lo stesso attaccante rossoblù sta facendo un grande campionato in questa stagione e ovviamente i parametri economici, in riferimento al lieve adeguamento del quantum economico che sarebbe stato proposto dal club rossoblù per l’allungamento del contratto, non soddisfano l’agente della punta di Sant’Omero.

D’altronde anche le dichiarazioni di Fedeli che a fine campionato lascerà San Benedetto non agevolano la trattativa per il rinnovo del contratto. In questo momento pare che l’ipotesi maggiormente percorribile possa essere quella che avrebbe in mente Di Campli e cioè che, nel mercato di gennaio, ci possa essere un club di categoria superiore, sembra di Serie B, che ingaggi l’attaccante abruzzese, ma che al tempo stesso lo lasci alla Samb fino alla fine dell’attuale stagione e che riconosca un adeguato indennizzo economico alla società di Viale dello Sport. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA