“Senzavolto” con tanto cuore: la band è nata dalla fusione di mondi diversi che gravitano nella provincia di Pesaro

Senzavolto con tanto cuore: la band è nata dalla fusione di mondi diversi che gravitano nella provincia di Pesaro
“Senzavolto” con tanto cuore: ​la band è nata dalla fusione di mondi diversi che gravitano nella provincia di Pesaro
di Elisabetta Marsigli
3 Minuti di Lettura
Martedì 17 Ottobre 2023, 02:45 - Ultimo aggiornamento: 12:22

Ispirata dalla magia del celebre film di Miyazaki, La Città Incantata, la band dei Senzavolto è nata dalla fusione di mondi diversi. Il gruppo è composto dalla voce di Nicola Colomboni, 26 anni, originario di Marotta; dal bassista Nicola Ragnetti, 31 anni, di Mondolfo; dal batterista Nicolae Giuliani, 25 anni, di Fano; e da Tommaso Golaschi, 29 anni, di Ponte Sasso, chitarrista e corista. Le loro canzoni trattano temi profondi e intimi, spesso esplorando l’amore, la solitudine e l’alienazione. Esprimono un mondo di sogni e speranze, narrati attraverso richiami alla fantasia e pervasi da un tocco di malinconia e da una profonda introspezione emotiva.


La miscela esplosiva

La loro musica è un’esplosiva miscela di rock e alternative, arricchita da influenze elettroniche, funk, punk e hip hop.

Nonostante sia una band di recente formazione, i Senzavolto stanno già riscuotendo un notevole successo che li ha condotti fino alla finalissima di Castrocaro dove hanno portato il loro ultimo brano “Ascolta” che ha debuttato proprio sul palco del festival il 22 settembre scorso. Un traguardo straordinario per la band, che ha potuto eseguire il proprio brano dal vivo in un contesto prestigioso. “Ascolta”», come spiega il cantante Colomboni, «è una canzone che esprime la rabbia e la monotonia della vita di provincia, dove può essere difficile per un giovane trovare uno spazio nel settore artistico a causa delle numerose critiche e delle limitate opportunità. Le parole evidenziano il desiderio di ribellarsi, di uscire e di dare voce ai giovani, che troppo spesso non vengono ascoltati né compresi». Colomboni sottolinea quanto sia difficile ascoltare realmente gli altri, poiché si è distratti dalla frenetica vita moderna, dove empatia e sentimenti vengono troppo spesso trascurati. “Ascolta” è un brano alternative rock che affascina proprio per la sua miscela coinvolgente di elementi musicali diversi: unisce abilmente gli elementi tradizionali del rock con influenze moderne e sperimentali. Le parole trasmettono un’energia cruda e potente, ma è nei ritornelli che la canzone si apre in modo magico e onirico. L’uso di synth ed effetti aggiunge profondità e atmosfera, mentre le percussioni, a tratti etniche e sofisticate, fanno da cornice alla melodia principale, creando una sensazione di leggerezza e incanto. La parola “ascolta”, diventa un mantra che invita a prestare attenzione al messaggio profondo e alle emozioni evocate dalla canzone. «Veniamo da esperienze diverse, ma ci siamo trovati subito in sintonia», racconta Nicolae. «Ci siamo iscritti anche a Musicultura ed entro la fine dell’anno abbiamo intenzione di pubblicare un nuovo brano. Questo è stato davvero un anno magico che ci ha dato molta fiducia». In effetti si è trattato di un’estate ricca di successi che li ha visti in tour in diversi comuni, tra cui spicca la vittoria al concorso di Radio Bobina Network, a Fano, dove tra i giurati figuravano Enrico Lupi e Francesco Gazzè, e la partecipazione a Castrocaro dove Clementino li ha anche selezionati per una registrazione nel suo studio. I prossimi appuntamenti dei Senzavolto sono: l’Homeless Festival, il 21 ottobre al Teatro delle Logge di Montecosaro (Mc); il 29 ottobre allo Spazio Webo di Pesaro e il 31 ottobre in un luogo ancora segreto, ma sempre nelle Marche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA