Polone di Masterchef condannato a cinque mesi per una pistola. Cos'è accaduto

Sabato 9 Aprile 2022
Gabriele Policarpo Masterchef condannato

La cucina non è la sola passione di Gabriele Policarpo, che dopo essere stato uno dei protagonisti di Masterchef 11 in onda su Sky Uno, è finito a processo davanti ai giudici del Tribunale di Latina per una partita di softair, uno sport riconosciuto dal Coni come Fisa e basato sulla simulazione di scenari di guerra.

 

 

L'ex concorrente, noto al pubblico come Polone, è stato condannato per violazione della legge sulle armi a cinque mesi di reclusione e 800 euro di multa, con sospensione condizionale della pena. I fatti risalgono a cinque anni fa quando, il trentaquattrenne originario di Anzio, di ritorno a casa da una sfida a softair con un gruppo di Nettuno, è stato fermato dai carabinieri di Aprilia mentre tornava da Roma una pistola priva di tappo rosso.

 

Secondo quanto raccontato e dall'uniforme tipica che indossava Gabriele Policarpo aveva appena terminato una sfida, ma per i militari che lo hanno fermato Polone girava in possesso di un'arma pericolosa. Indagato e rinviato a giudizio, è finito a processo. Oggi prima di entrare il Aula la sua presenza ha attirato i fan, che si sono avvicinati per autografi e selfie.

 

Chi è Gabriele Policarpo, ex concorrente di Masterchef 11

Gabriele Policarpo, detto Polone, ha trentaquattro anni, romano di nascita, è un addetto alla sicurezza in diversi locali del litorale ed aspirante chef. È stato un concorrente di Masterchef 11 dove è riuscito a rimanere saldamente aggrappato al talent show culinario fino alla nona puntata, prima di perdere la prova di pasticceria di Iginio Massari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA