L'oroscopo personalizzato con il metodo dei transiti e con il moto di rivoluzione del Sole e della Luna

Venerdì 16 Aprile 2021 di Anna Maria Morsucci
La rivoluzione di Sole e Luna importante per l'oroscopo

ANCONA - L’astrologia aiuta a conoscerci meglio e a migliorare come persone ma permette anche di fare previsioni. A parte gli oroscopi generici, che considerano solo i dodici segni, esistono infatti tecniche di previsione individuali basate sul Tema Natale, cioè sulla nostra carta del cielo personale, che è diversa per ciascuno di noi. Il metodo più diffuso è sicuramente quello dei transiti, che consiste nel confrontare la posizione dei pianeti in un dato momento con la posizione che avevano alla nostra nascita.

 

«Alcuni transiti - spiega Luciano Drusetta, studioso di astrologia che da molti anni si occupa di tecniche previsionali - sono effimeri e veloci e raramente significativi. Altri sono estremamente lenti e vengono chiamati “generazionali” mentre alcuni accompagnano la nostra esistenza, segnalando le tappe salienti della nostra vita e creando cicli che potremmo paragonare a dei bioritmi astrali».


Un altro metodo molto usato è quello della rivoluzione solare. Ogni anno, il Sole torna a occupare la posizione che aveva al momento della nostra nascita. Sei nato col Sole a 15 gradi dei Gemelli? L’astrologo calcola il momento in cui il Sole ritorna sullo stesso grado dei Gemelli, il che avviene una volta all’anno ma non necessariamente nel giorno del compleanno. «Può essere il giorno prima o anche il giorno dopo, dipende da una serie di fattori, come per esempio, se l’anno è bisestile o no - continua Drusetta che ha scritto un libro su questo argomento - quando ciò avviene, è un po’ come se in quel momento rinascessimo per un nuovo anno personale. Calcolato il momento del ritorno solare sulla posizione di nascita, l’astrologo costruisce una carta natale annuale che si ritiene possa raccontare le principali atmosfere e gli eventi salienti che ci aspettano nei dodici mesi successivi, da un compleanno all’altro». Usare un metodo previsionale da solo va bene ma, se vogliamo aumentare la possibilità di fare o avere previsioni affidabili (ma mai infallibili!), conviene usare un cocktail di due o tre tecniche.

Ai transiti e alla rivoluzione solare possiamo affiancare la rivoluzione lunare, momento di “rinascita” mensile calcolata per il momento in cui la Luna torna alla posizione che aveva alla nostra nascita. Ma esiste anche una Rivoluzione Lunare calcolata per il momento in cui la Luna ritorna sulla posizione del nostro Sole Natale: in entrambi i casi, la cosa avviene una volta ogni 28 giorni circa. Usando assieme i transiti e la rivoluzione solare possiamo avere una “lente d’ingrandimento” sull’anno personale; usando assieme i transiti e la rivoluzione lunare abbiamo una “lente d’ingrandimento” sul mese”.


Nessuna tecnica è così precisa da poter prevedere eventi che si avverano sempre e comunque. Bisogna essere molto cauti nel “fare previsioni” e diffidare da chi pensa di prevedere esattamente eventi. Le tecniche previsionali dell’astrologia servono piuttosto a indicare i periodi più o meno favorevoli o sfavorevoli per determinate scelte o iniziative personali. «Da questo punto di vista - conclude Drusetta - l’astrologia permette di fare previsioni molto simili a quelle del meteo o del bollettino del traffico. Una cosa tipo le “partenze intelligenti” in occasione delle feste o delle ferie… quando ancora si poteva viaggiare. Gli esperti prevedevano i giorni più o meno adatti per mettersi in viaggio, poi spettava a noi accogliere i loro consigli oppure fare di testa nostra e partire senza cambiare i piani. Ecco, le previsioni astrologiche sono di questo tipo: ci possono dare qualche informazione in più sulla qualità del tempo a venire; ma alla fine, sta sempre a noi decidere cosa fare». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA