Focolaio al banchetto di nozze ad Ascoli, ma gli invitati non si trovano: sposi vivono e lavorano a Roma

Sabato 31 Luglio 2021 di Francesca Pasquali
Focolaio al banchetto di nozze a Fermo, ma gli invitati non si trovano. I medici: «Fateci sapere chi c'era»

«I positivi che hanno partecipato al matrimonio del 25 luglio dichiarino i loro contatti e ci aiutino a rintracciarli». L’appello è del Dipartimento di prevenzione dell’Area vasta 4. Il matrimonio in questione è quello che è stato celebrato, con rito civile, domenica scorsa, dal quale si sarebbe sviluppato un focolaio Covid. Circa 120 gli invitati alla cerimonia, proseguita con il banchetto in una villa a Cupra Marittima, zona Ascoli.

 
I protagonisti
La sposa è fermana. Lo sposo di Roma. La coppia vive e lavora nella Capitale. Sarebbero entrambi vaccinati. Tra gli invitati fermani, i contagiati sarebbero diversi. Un focolaio che rischia di allargarsi. Perché i positivi non si stanno facendo vivi. L’Av 4 l’ha saputo grazie a una guardia medica chiamata da un invitato. Un inglese contattato dallo sposo, che sarebbe positivo. L’uomo, arrivato in Italia, dopo i cinque giorni di quarantena, aveva fatto la prima dose di vaccino e chiedeva lumi sul da farsi. Da lì è scattato l’allarme.

Focolaio a Pordenone, 50 contagiati alla maxi-festa in discoteca. Il governatore del Friuli: «Bisogna vaccinare»

Ma il tracciamento non è partito, perché l’Av 4 ha le mani legate. «Prima deve arrivare la comunicazione ufficiale dall’Asur del positivo e, attualmente, non è arrivata nessuna comunicazione», spiega il direttore del Dipartimento di prevenzione, Giuseppe Ciarrocchi. In pratica, finché Roma non comunicherà la positività dello sposo e l’elenco dei contatti, il tracciamento non potrà partire.

Nel frattempo, l’Av 4 ha contattato l’omologa ascolana. Perché, a rischio, ci sarebbe anche il personale della villa. Adesso, ci sarà da capire cos’è andato storto e se tutti i partecipanti avevano il Green pass, obbligatorio per i ricevimenti dal 31 maggio. L’Av 4 ha cominciato a contattare tutti quelli che, giorno per giorno, compaiono sui suoi elenchi dei positivi. L’ultimo giro di chiamate è stato fatto ieri all’ora di pranzo.

Variante Delta, focolai in isole e luoghi di vacanze (incidenza tripla rispetto al resto d'Italia)


La risposta
«Chiediamo se hanno partecipato al matrimonio del 25 luglio, ma finora hanno tutti risposto di no», fa sapere Ciarrocchi. Il sospetto è che non si voglia alzare un polverone. Ma il rischio che il focolaio s’allarghi è reale. Per questo, il Dipartimento di prevenzione lancia l’appello a chi ha partecipato alla cerimonia ed è stato contagiato, «per aiutarci a tracciare e contatti e, nell’eventualità, a trovare altri positivi».

Festa di laurea con contagio: 20 in quarantena a Scanno

 

Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 07:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA