AstraZeneca, Draghi sente Macron: «Sospensione temporanea, con ok Ema campagna riparte presto». Ipotesi 18 marzo

Martedì 16 Marzo 2021
AstraZeneca, Draghi sente Macron: «Sospensione temporanea, con ok Ema si riparte giovedì 18»

«Oggi il Presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, e il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, hanno avuto uno scambio di vedute sulla decisione presa in molti paesi europei, tra cui l'Italia e la Francia, di sospendere la somministrazione del vaccino AstraZeneca». È quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi. «Si tratta di una misura temporanea e cautelativa che durerà fino a giovedì 18 marzo, in attesa della conclusione dell'analisi supplementare condotta dall'Agenzia Europea per i Medicinali», si sottolinea. Intanto il primo ministro francese, Jean Castex, ha dichiarato stasera a BFM-TV che appena la sospensione della vaccinazione sarà ritirata dall'Ema, si farà vaccinare con AstraZeneca.

A Palazzo Chigi si lavora già alla ripartenza della campagna vaccinale. Lo stop ad AstraZeneca ha infatti significato una netta battuta d'arresto: molti gli hub dove si somministra solo il siero anglo-svedese, da quello presso la stazione Termini di Roma a quello milanese di Parco Trenno, inaugurato ieri e subito chiuso.

Palazzo Chigi: impatto dello stop riassorbibile

«A seguito della sospensione temporanea delle somministrazioni di AstraZeneca - trapela da Palazzo Chigi - nella giornata odierna sono stati effettuati approfondimenti da parte della struttura del Commissario straordinario per l'emergenza Covid Figliuolo. La durata della sospensione è stimabile in 4 giorni complessivi, fino al pronunciamento dell'Ema e quindi dell'Aifa. In caso di ripresa delle somministrazioni di AstraZeneca a partire dal 18 marzo, il rallentamento potrà essere riassorbito nell'arco di un paio di settimane, anche grazie all'incremento della quantità del vaccino Pfizer stimato in 707.850 dosi». 

L'impatto della sospensione sulla campagna vaccinale di Astrazeneca può valutarsi su 200 mila vaccinazioni in meno, spiegano fonti di Palazzo Chigi sottolineando come, nel corso dell'approfondimento del commissario Francesco Paolo Figliuolo, è stato valutato che il riassorbimento dello stop potrà avvenire nell'arco di due settimane. 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 17 Marzo, 00:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA