Depredano le auto in sosta, presi dai carabinieri fuori servizio con un'azione da film

Martedì 14 Gennaio 2020
Urbino, depredano le auto in sosta, presi dai carabinieri fuori servizio con un'azione da film
URBINO - Non l’hanno fatta franca due giovanissimi italiani di 20 e 19 anni, uno dell’Urbinate e l’altro del Pesarese, con precedenti specifici, sorpresi, nel centro storico di Urbino, con le “mani nel sacco” dai carabinieri. Sono stai arrestati per tentato furto e furto aggravato in concorso su autovetture che hanno depredato mentre erano in sosta. Agli arrestati, giudicati con rito direttissimo al Tribunale di Urbino, è stato inflitto il divieto di dimora nella città ducale. 

LEGGI ANCHE:
Litigio stradale vicino alla rotatoria finisce a coltellate, un giovane di 21 anni all'ospedale

Non c'è pace per il tratto maledetto dell'autostrada A14: anche un Tir contromano


Tutto è iniziato grazie al fondamentale apporto di alcuni cittadini nell’informare tempestivamente il 112, di una situazione che destava loro più di un dubbio: due ragazzi si appoggiavano e si aggiravano con fare sospetto vicino a delle auto in sosta lungo corso Garibaldi. Immediatamente veniva allertata una pattuglia dell’Arma, preceduta dall’intervento di due carabinieri non in servizio che venuti al corrente dei furti in atto sulle auto si dirigevano verso le vie del centro in cui i due erano stati individuati: in particolare via Mazzini e corso Garibaldi. E proprio lungo il corso i carabinieri hanno rintracciato i due malfattori mentre stavano uscendo dall’abitacolo di una delle auto ripulite.
Inseguiti dai militari i due ragazzi sono stati bloccati all’altezza del Teatro Sanzio, in mezzo ai passanti e con un’operazione talmente efficace che sembrava di essere sul set di un film poliziesco. Almeno cinque i cittadini che hanno presentato denuncia ai carabinieri per i furti subiti. © RIPRODUZIONE RISERVATA