Il sindaco tifoso Sorcinelli incrocia le dita per l’avventura di Giovanni Carboni al Giro d'Italia

Lunedì 10 Maggio 2021
Giovanni Carboni

SAN COSTANZO – Alle 15,17 di sabato pomeriggio è cominciata la terza avventura al Giro d’Italia per Giovanni Carboni. Lo scalatore sancostanzese della Bardiani Csf Faizanè ha ricevuto dal sindaco Filippo Sorcinelli gli auguri e il ringraziamento del primo cittadino a nome di tutta la comunità.

 
«Un grandissimo, emozionato e caloroso in bocca al lupo. Forza Giovi. Non ci sono parole per esprimere l’emozione di testimoniare quanta gioia ci sia nell’averti di nuovo al Giro». Sarà una corsa rosa come al solito lunga, piena di insidie ma anche di speranze per i corridori italiani. Come dimostrato sabato nella prima tappa a cronometro con la performance di Filippo Ganna, prima maglia rosa. 


«Nella cronometro Giovanni è rimasto distaccato di poco più di un minuto, ma il bello – si augurano gli sportivi sancostanzesi e marchigiani – dovrà ancora arrivare più in là con le tappe di montagna dove la strada si farà più congeniale a un passista scalatore come Carboni. Carboni, nel saluto social con il sindaco, ha dichiarato che vivrà la corsa alla giornata senza l’assillo di dover fare subito classifica. «Vado a fare il Giro e torno – ha detto Giovi scherzando – E’ il mio terzo Giro d’Italia, lo affronto con tanta serenità e cercherò come sempre di correre affiancando voglia di sacrificio e divertimento. Se affronti il lavoro con serenità cercando di prendere quello che viene e credendo in quello che si fa poi possono arrivare i risultati».

Carboni ha salutato ieri il pubblico dalla partenza della tappa a Stupinigi. Indossa il numero 63 (il numero della sposa nella smorfia napoletana) e per i tifosi ci sarà occasione di vederlo sulle strade delle Marche e in Romagna la prossima settimana: mercoledì nella Modena-Cattolica (177 km) e soprattutto giovedì nella Grotte di Frasassi-Ascoli Piceno (160 km). 
Ma già martedì prossimo nella quarta tappa con partenza da Piacenza e arrivo a Sestola non mancheranno le occasioni per fare risultato con tre gran premi della montagna (Castello di Carpineti, Montemolino e Colle Passerino).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA