Pesaro, spingono uno scooter spento in piena notte: tre ragazzini 17enni denunciati per furto

Un agente di polizia
Un agente di polizia
3 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Settembre 2022, 05:05

PESARO - Se ne stavano andando con un motorino appena rubato, ma la Volante della Polizia ha intercettato tre giovani e li ha denunciati. Il fatto è avvenuto attorno alle 1 della notte tra lunedì e martedì. I poliziotti stavano facendo una serie di controlli del territorio quando hanno visto tre giovani spingere un motorino spento in zona mare. Visto l’orario e la strana circostanza si sono fermati e li hanno controllati. 


Di fronte alle domande pressanti e al nervosismo dei ragazzi, gli agenti hanno verificato che lo scooter era stato rubato pochi minuti prima. I giovani hanno ammesso senza troppe resistenze. Si tratta di tre 17enne pesaresi, uno di origini rumena, un altro pugliese e un pesarese. Per loro è scattata la denuncia alla procura dei minorenni per furto. I poliziotti gli hanno trovato addosso anche un cacciavite molto probabilmente utilizzato per lo scasso del motorino parcheggiato. Un altro caso in cui minorenni sono coinvolti in reati. Baby gang che negli scorsi mesi sono state protagoniste di episodi di cronaca, vandalismi e furti. L’ultimo episodio in ordine di tempo risale a una decina di giorni fa quando due sedicenni furono denunciati per l’incendio di alcuni veicoli e cassonetti. Bulli e teppisti che compiono bravate e danneggiamenti tanto per vedere che effetto fa. 
Sin dal primo caso che ha riguardato un’auto e tre cassonetti tra via Palestro, via Goito e via Nanterre, alle Cinque Torri, le forze dell’ordine si sono subito allertate. E dopo la Mitzubishi finita in fiamme nella zona del Campus la Polizia di Stato ha seguito una pista e stretto il cerchio su due ragazzini, entrambi minorenni che avevano dato fuoco a un camper a Santa Veneranda. Restavano lì qualche istante per vedere come andava, per poi scappare. Il reato contestato è quello di danneggiamento a seguito di incendio, punito da sei mesi fino a due anni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA