L’Ariston lancia Pesaro 2024 che oggi incorona Apecchio: è il terzo Comune co-Capitale della Cultura

L Ariston lancia Pesaro 2024 che oggi incorona Apecchio: è il terzo Comune co-Capitale della Cultura
L’Ariston lancia Pesaro 2024 che oggi incorona Apecchio: è il terzo Comune co-Capitale della Cultura
di Eleonora Rubechi
4 Minuti di Lettura
Lunedì 12 Febbraio 2024, 02:55 - Ultimo aggiornamento: 10:56

PESARO - Spot per Pesaro Capitale italiana nella serata finale di Sanremo (14.301.000 spettatori e 74.1% di share). «Grazie all’accordo con la Rai come media partner, siamo riusciti a far passare Pesaro 2024 a Sanremo. Grazie ad Amadeus, un altro gran colpo di promozione per la nostra terra. Avanti» il commento del sindaco Matteo Ricci, insieme al vice Daniele Vimini, che ricorda come nella settimana del Festival Pesaro sia stata presente con i “Concerti dal Balcone” del Rof a Villa Ormond e Casa Siae.

Intanto da oggi Apecchio è la terza Capitale al quadrato del progetto 50x50.

La settimana da capitale del borgo, recentemente insignito della bandiera Arancione del Touring Club, inizia oggi con un caleidoscopico calendario che ne valorizzare il patrimonio artistico e folcloristico le eccellenze enogastronomiche e le bellezze naturalistiche attraverso trekking, teatro, mostre d'arte, laboratori e presentazioni di libri, in un acronimo Aama, Asili degli Appennini Musica Mostra Museo.

«Pesaro e Apecchio sono legati da un rapporto importante dettato da un protocollo di collaborazione che già da tempo dà i suoi frutti- commenta il vicesindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini - abbiamo avuto un assaggio delle potenzialità di questo territorio questa estate, con la splendida mostra di Duhrer in partnership coi nostri Musei Civici. Arte, Slow tourism, storia e natura sono solo alcuni dei temi di eccellenza su cui condividiamo obiettivi comuni e che verranno messi in luce questa settimana grazie alle numerose associazioni coinvolte e al prezioso lavoro di Giulia Pazzaglia, consigliere delegato alla Cultura».

«Un lavoro corale, che mette al centro le persone - ha proseguito il sindaco di Apecchio Vittorio Nicolucci - abbiamo cercato di cogliere al meglio l'opportunità seguendo un filo conduttore che potesse valorizzare ogni peculiarità del nostro territorio». Si inizia oggi al Teatro Perugini con l'inaugurazione ufficial, l'assegnazione della Bandiera Arancione dal Touring e il reading di Andrea Sponticcia "Acqueo Narciso” per il centenario di Volponi; seguire buffet gratuito. Martedì 13 alle 18.30 al Circolo Arci il romanzo “Cuori in piena” di Alessio Torino; mercoledì 14 in biblioteca alle 16.30 il primo dei tre laboratori per i più piccoli “Pezzetti di pace", a cura di Tam Teatro Alte Marche: il secondo sarà venerdì 16 alle 16.30 a Serravalle di Carda - Villa Santa Maria, mentre alle 19 c’è Cosa c'è Dop, degustazione a cura di Otello Renzi, al Circolo Arci.

Alle 20.30 una pièce contemporanea dedicata a Dante Alighieri: "Quella sagoma di Dante ", al Teatro Perugini; alle 22 il concerto dei Falò al Circolo Arci. Sabato tavola rotonda dell'Associazione Amici della Storia al Teatro Perugini sulla Battaglia di San Romano, la Pala di Brera, mentre alle 18 inaugurano a Palazzo Ubaldini due mostre, dell'illustratore Ferruccio Cucchiarini e la fotografica “Città Bestiale - Apecchio", a cura di Terracomunica APS. Nella serata il Carnevale morto di Apecchio, manifestazione storica. La domenica mattina si scopre il territorio, con il trekking nel Bosco per sempre Regina, a cura di La Macina Terre Alte ; alle 12 in Biblioteca, presentazione della rivista Sibyllae - Intime Marche a cura di Associazione Terrae. Alle 15 visita guidata del centro storico con Daniela Rossi, alle 15.30 ultimo laboratorio di Tam , "Il gioco del teatro". Alle 17 il Teatro Perugini ospita un "Approfondimento sull'ammissione di Pesaro al Ducato di Urbino e definizione territoriale della Provincia"; infine il sommelier Raffaele Papi sarà alle 20 per Cosa c'è Dop al Bar Civico 14+5.

© RIPRODUZIONE RISERVATA