La Regione rilancia i piccoli porti: bus elettrico gratuito collegherà Gabicce e Vallugola

Giovedì 22 Luglio 2021 di Floriana Mancini
Il nuovo pulmino elettrico di Gabicce

GABICCE MARE Inaugurato da ieri un servizio sostenibile con bus elettrico fra Gabicce Mare e la Marina di Vallugola. Quattro corse totalmente gratuite al mattino, a partire dalle 9.30 alle 13 e quattro corse al pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30 fino al 4 settembre.

 

E’ la prima azione pilota di un progetto strategico – ha dichiarato Gianluca Carrabs, amministratore unico di Svim, agenzia di sviluppo della Regione Marche – che interessa i piccoli porti dell’Adriatico e nello specifico per la nostra regione a partire da quelli di Vallugola e Numana». Grazie alla Svim è a disposizione mezzo milione di euro per i porti di Gabicce-Numana che potranno migliorare qualità, sicurezza e sostenibilità ambientale dei servizi dei loro approdi. «Riteniamo questo un primo cambio di passo sulla gestione dei nostri porti, a partire da Ancona, - ha affermato l’assessore regionale Francesco Baldelli - che devono diventare baricentro in una rete fra 16 porti tra l’Adriatico e la Croazia come partner ed altri 12 come associati coordinatati da Corila (Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia). Vallugola è la porta d’ingresso marittima di Marche Nord e si offre con questo servizio una messa in rete con gli altri attori del territorio, enti locali, S. Bartolo, albergatori ed entroterra». 

Trasporto pubblico sostenibile grazie ad un pulmino elettrico a disposizione grazie al progetto Framesport cofinanziato dal Programma CBC Italia-Croazia a sostegno dello sviluppo dei piccoli porti delle coste adriatiche. 
«Siamo felici di essere stati inseriti nel Progetto Framesport – ha dichiarato il sindaco di Gabicce Pascuzzi – un riconoscimento importante, che ci permette di far conoscere ai turisti nazionali ed internazionali un approdo, unico nel suo genere, inserito nel contesto del Parco Naturale del San Bartolo che permetterà ai fruitori del porto e non solo, di conoscere Gabicce Monte e Mare».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA