I gestori degli stabilimenti balneari: «Non bastano gli ombrelloni, siamo costretti a mandare via clienti»

Domenica 1 Agosto 2021 di Thomas Delbianco
La spiaggia di Pesaro: piena e distanziata

PESARO - Giro di boa dell’estate, i bagnini guardano ad agosto con fiducia. «Ma abbiamo pochi ombrelloni liberi, rischiamo di non poter accogliere tutti». E’ il primo giorno di agosto, una domenica che, in base alle previsioni meteo, sarà contraddistinta da sole, mare e tanto caldo. Per i bagnini pesaresi si entra nel periodo più intenso della stagione, che porterà fino al clou del periodo intorno a ferragosto. 

 
Le precauzioni
«Sta andando benino, magari ci si aspettava anche un afflusso maggiore, ma siccome i posti sono pochi, si gestisce meglio la situazione - dice Fabrizio Rossi, titolare di Bagni Tina - Siamo stati massacrati dai venti di scirocco, che hanno ridotto l’arenile, oltre ai problemi della distanza da un ombrellone all’altro. Per il resto, meteo quasi sempre buono, molte giornate favorevoli». Si vedono turisti in spiaggia? «Sì, austriaci, tedeschi, francesi, già da fine maggio o dai primi di giugno arrivavano, anche se non in numero eccessivo. La maggior parte dei turisti restano gli italiani. Ora inizia agosto, l’unico problema che abbiamo è quello di riuscire ad accontentare tutti i clienti affezionati ci sono clienti che vengono da anni e magari non pernottano in hotel: tra stagionali e ombrelloni occupati dagli ospiti degli alberghi, liberi ne rimangono veramente pochi».

A Bagni Baronciani, Gino Righetti parla di «una stagione tutto sommato normale, dopo i timori iniziali. Speriamo che con il green pass la gente non inizi a perdere la pazienza. Turisti? Parliamo solo di italiani, noi lavoriamo con un albergo che ospita al 100% connazionali. Ci vorrebbe - continua Righetti allargando il raggio alla situazione della movida di viale Trieste - un po’ più di controllo serale, mi hanno detto che ci sono problemi sul viale, ragazzi un po’ esuberanti, tra bevute e altre cose, non è facile gestire la situazione». Si entra nel clou di agosto, c’è ottimismo? «Direi di sì, sempre che non ci sia qualcosa che vada contro. Se si inizia a parlare di zona gialla, e non più bianca, non lo so cosa potrà succedere da qui in avanti». 


La viabilità
Quello di agosto sarà senza dubbio un mese delicato anche per la viabilità verso i luoghi di maggior afflusso per le spiagge, da Baia Flaminia a Sottomonte, passando per viale Trieste, visto l’arrivo di un maggior numero di turisti, e l’inizio delle ferie, che spingerà sempre più pesaresi sotto l’ombrellone, a parte coloro che potranno andare in vacanza fuori città. A Campo di Marte e viale Varsavia resterà la sosta a pagamento tutti i fine settimana di agosto, e il 4-5 settembre, con validità dalle 9 alle 21 (attiva la navetta “Porto-Baia Flaminia” che transita ogni 15 minuti con partenze dalla darsena del Porto, dalle 9 alle 21 negli stesso giorni di validità della sosta blu a Campo di Marte). A Sottomonte, si può sostare nella banchina lato monte tutti i giorni di agosto nel tratto Santa Marta-Crista. I bagnanti hanno a disposizione nell’area ex Cpa dalle 8 alle 20 anche un parcheggio con sosta a pagamento. Il parcheggio funziona in maniera analoga alla sosta in banchina. Sempre aperto il parcheggio di villa Marina, così come resterà valida in tutti i weekend di agosto l’ordinanza che istituisce il senso unico per auto e scooter in via Kolbe in direzione Fano-Pesaro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA