Variante Delta negli Stati Uniti, casi triplicati: da 28mila a 74mila in sole 24 ore

Sabato 17 Luglio 2021
Variante Delta negli Stati Uniti, casi triplicati: da 28mila a 74mila in sole 24 ore

La variante Delta si fa strada anche negli Stati Uniti. Balzo dei nuovi casi di Covid che nelle ultime 24 ore sono quasi triplicati a 74.018, ai massimi da tre mesi. Giovedì i nuovi contagi erano stati 27.956. È quanto emerge dai dati compilati da Bloomberg e dalla John Hopkins University. 

 

Variante Delta, allerta negli Usa. I medici: gli under 12 sono a rischio

 

Variante Delta, Fauci: nemico formidabile

Anthony Fauci ha definito la variante Delta del covid-19 un «nemico formidabile». Nel corso di un briefing del team anti-pandemia della Casa Bianca, oggi, Il top immunologo Usa ha anche voluto sottolineare la «estrema vulnerabilita» delle persone che non si sono vaccinate «e rischiano di finire contagiate, ospedalizzate, e persino di morire». «Il messaggio forte e chiaro da reiterare è che i vaccini offrono una forte protezione contro il SARS-CoV-2, ed anche la variante Delta».

 

Variante Delta in Francia, oltre 10.000 casi in un giorno: il doppio rispetto a una settimana fa

 

 

 

Cdc: allarme per aumento casi

Allarme dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie Usa (Cdc) per la diffusione della variante Delta e dei nuovi contagi del Covid. Rochelle Walensky, direttore del Cdc, non ha usato mezzi termini: «Sono molto preoccupata, non mi piacere vedere i casi crescere come sta accadendo, non c'era stato un tale aumento da mesi». Parlando alla Nbc, Walensky ha sottolineato come gli esperti stiamo facendo il massimo per spingere la popolazione a vaccinarsi mentre si assiste invece ad una diminuzione delle persone che si immunizzano e di quelle che tornano per la seconda dose dei vaccini contro il Sars-Cov2. «Vogliamo prevenire uno scenario peggiore dell'attuale», ha detto ribadendo che «contro la variante Delta i vaccini sia Pfizer che Moderna funzionano nel prevenire la malattia grave, ma c'è assolutamente bisogno di fare anche la seconda dose».

 

Variante Delta in Europa, l'Ecdc: «Entro l'8 agosto i casi saliranno di oltre 4 volte, in aumento anche i decessi»

 

Biden: i social uccidono la gente con disinformazione su vaccini

Le compagnie di social media che permettono la disinformazione sul coronavirus «uccidono la gente». Lo ha detto oggi il presidente americano attaccando Facebook e altre piattaforme social. «Uccidono la gente. L'unica pandemia che abbiamo è fra le persone non vaccinate», ha detto Joe Biden quando i giornalisti gli hanno chiesto quale era il suo messaggio ai social media che diffondono disinformazione sui vaccini e il covid-19, secondo quanto riferisce il sito The Hill. Ieri il 'Surgeon general' Vivek Murthy, portavoce del governo sulla salute pubblica, aveva definito la disinformazione sula pandemia «una minaccia urgente». Secondo Murthy molti americani non si vogliono far vaccinare a causa delle bufale diffuse sui social. La Casa Bianca chiede a Facebook e altre compagnie di social media di essere più aggressive nel rimuovere post «dannosi» sui vaccini, ha detto la portavoce Jen Psaki, citando come esempio una diceria diffusa su internet secondo la quale i vaccini causano infertilità.  Facebook ha respinto le critiche ribadendo i sforzi del gruppo nella lotta alla disinformazione: «non saremo distratti da accuse che non sono supportate dai fatti. Il fatto è che più di 2 miliardi di persone hanno visualizzato informazioni autorevoli su Covid-19 e sui vaccini su Facebook, che è più di qualsiasi altro posto su Internet. Più di 3,3 milioni di americani hanno anche utilizzato il nostro strumento di ricerca vaccini per scoprire dove e come ottenere un vaccino », ha affermato il portavoce di Facebook Dani Lever. «I fatti mostrano che Facebook sta aiutando a salvare vite. Punto», ha aggiunto Lever.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA