Storti: «Ancora dieci giorni per misurare l’effetto estate». Ma i ricoverati salgono da 13 a 14

Mercoledì 19 Agosto 2020 di Andrea Taffi
Storti: «Ancora dieci giorni per misurare l effetto estate». Ma i ricoverati salgono da 13 a 14

Per ora è un effetto light. Per ora. I tamponi processati nelle ultime 48 ore, passati attraverso il rallentamento del weekend ferragostano, hanno portato a riscontri abbastanza contenuti in tema di nuove positività al Covid-19. Parola ai numeri: sono 15 i casi positivi al coronavirus su 810 tamponi nel percorso nuove diagnosi registrati nelle Marche nelle ultime 24ore: 5 in provincia di Ascoli Piceno, 4 in provincia di Pesaro Urbino, 4 in provincia di Ancona e 2 con provenienza da fuori regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 1.127 tamponi, di cui 810 nel percorso nuove diagnosi e 317 nel percorso guariti. I casi positivi comprendono rientri dall’estero, soggetti sintomatici e asintomatici contatti di casi positivi. Nel dettaglio, sono due i casi da rientro dalle vacanze: si tratta di un giovane di Ascoli e un altro di Senigallia. Sono stati a Corfù e in Croazia. Sei i casi sintomatici, altri due i contatti con casi positivi e due i risultati da screening. 


 
Ovviamente non è un responso definitivo: i prossimi giorni offriranno dati più attendibili per verificare che non ci siano casi, come quello di Porto San Giorgio, in cui l’inosservanza delle regole prescritte portano a potenziali situazioni di focolai. Secondo i sanitari è il rispetto della quarantena da parte di chi è stato nei Paesi a rischio che ha un impatto nel contenimento molto più del tampone considerato che il periodo di incubazione del virus va dai 7 ai 9 giorni.

«Riteniamo che il periodo chiave per capire se ci sia stato un effetto-estate - commenta il direttore generale della Asur, Nadia Storti - possa allungarsi fino a fine mese. Per ora siamo fiduciosi ma non possiamo spingerci oltre. Il rientro dalle vacanze dovrebbe durare fino a tutto agosto e quella sarà la data in cui fare considerazioni più strutturate. Per ora l’invito è quello di seguire le regole perché l’estate ha portato molta voglia di deregulation e non possiamo permetterci di sciupare il lavoro fatto fin qui e lo sforzo che i nostri dipartimenti di prevenzione stanno portando avanti controllando tutte le situazioni più complicate che via via si sono presentate».

Quanto agli altri numeri di giornata è salito di un’unità il numero dei ricoverati (da 13 a 14). Sempre secondo i dati resi noti dal Gores, 13 degenti sono in reparti non intensivi (8 a Marche Nord, 5 a Torrette), oltre ad un ricoverato in terapia intensiva a Marche Nord. In lievissima crescita anche gli ospiti di strutture territoriali (la Rsa di Campofilone), da 4 a 5. I dimessi/guariti salgono a 5.866, i positivi in isolamento domiciliare a 191 (erano 182). Il totale dei casi positivi dall’inizio dell’emergenza è 7.058. Attualmente ci sono 1.295 persone in quarantena per contatti con i contagiati, in crescita rispetto al giorno precedente: 190 con sintomi, 38 operatori sanitari. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA