Coldiretti Marche: «Speso solo il 41% dei fondi europei, con dirigente marchigiana in Agea speriamo in un cambio di marcia»

Sabato 23 Gennaio 2021
Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche,

ANCONA - “L’ingresso di una funzionaria marchigiana nel comitato tecnico di Agea è una notizia positiva, importante anche in vista della nuova programmazione comunitaria. Confidiamo si riescano a rendere più fluidi e accessibili i rapporti tra le aziende agricole e l’ente pagatore”. Sono le parole di Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche, nel commentare la nomina di Beatrice Guglielmi (responsabile del sistema informativo del servizio Politiche agroalimentari) nel Comitato tecnico di Agea. “Questa figura, che ben conosce il territorio marchigiano e le sue dinamiche, potrà essere punto di riferimento strategico nell’aiutare aziende e istituzioni a normalizzare un rapporto che spesso ha penalizzato le nostre aziende: basti pensare che le Marche sono al penultimo posto nazionale come avanzamento di spesa avendo utilizzato finora solo il 41% dei fondi disponibili. Un aiuto notevole a migliorare la capacità di spesa potrebbe arrivare già, come spesso abbiamo suggerito, dalla semplificazione dei bandi con particolare attenzione al biologico e l’utilizzo dei costi standard nelle misure strutturali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA