Girano le spycam, ma la vigilanza mette in fuga i ladri dalla bocciofila a Treia

Girano le spycam, ma la vigilanza mette in fuga i ladri dalla bocciofila a Treia
Girano le spycam, ma la vigilanza mette in fuga i ladri dalla bocciofila a Treia
di Chiara Marinelli
3 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 03:05

TREIA - Tentativo di furto alla bocciofila di Passo Treia, in tre provano a fare irruzione all’interno del locale. Ma il colpo sfuma grazie al pronto intervento della pattuglia Axitea. I malviventi avevano, infatti, girato le telecamere di videosorveglianza poste all’esterno della struttura di Passa Treia.

Ed è così che il personale della vigilanza privata ha capito che era in corso un tentativo di furto. L’episodio in questione è avvenuto lo scorso fine settimana. Erano circa le 3 di notte quando tre malviventi si sono messi in azione, intenzionati ad entrare nei locali della bocciofila per mettere a segno un furto. Hanno raggiunto la struttura passando per i campi che si trovano dietro. Uno faceva da palo e in due si sono avvicinati all’ingresso, ispezionandolo per un po’ di tempo. Avevano il volto coperto da un passamontagna. Non appena hanno visto le telecamere di videosorveglianza che puntavano verso le sedie e i tavolini esterni le hanno girate. Una mossa che però non è sfuggita al personale dell’Axitea che controlla i filmati degli impianti installati dentro e fuori il locale. Ed è così che è scattato l’intervento. È stato immediatamente allertato il titolare della bocciofila e sul posto è arrivata una pattuglia della vigilanza privata. I tre, a quel punto, scoperti, hanno dovuto darsi immediatamente alla fuga per evitare di essere bloccati. E così sono scappati via a mani vuote, senza neppure essere riusciti ad entrare all’interno della bocciofila. Il colpo è andato a vuoto, dunque, ed è rimasto soltanto un tentativo. Era da tempo che nella struttura non venivano messi a segno furti. I filmati delle telecamere di videosorveglianza, che hanno immortalato il tentativo di furto, sono al vaglio dei carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA