C’è chi non paga le spese condominiali, staccato il gas nel palazzo dei terremotati

C è chi non paga le spese condominiali, staccato il gas nel palazzo dei terremotati
C’è chi non paga le spese condominiali, staccato il gas nel palazzo dei terremotati
di Carla Passacantando
3 Minuti di Lettura
Domenica 27 Novembre 2022, 02:10

TOLENTINO - Spese condominiali arretrate: a Borgo Rancia i terremotati restano al freddo. Il gestore del gas per il servizio dell’impianto termico centralizzato ha sospeso l’erogazione nei giorni scorsi, a seguito delle morosità da parte di alcuni residenti del condominio dove vivono 45 famiglie a seguito del sisma. La struttura rappresenta infatti una delle sistemazioni per i terremotati al posto delle Sae, come deciso dalla precedente amministrazione Pezzanesi. 
 

Come previsto dal contratto di locazione, dopo le mancate risposte ai diversi solleciti nei confronti di alcune famiglie per richiedere il pagamento delle spese condominiali, il gestore ha staccato il servizio. Ad intervenire è stata la giunta municipale che, sulla scorta della contabilità redatta dall’amministratore di condominio, ha erogato mille euro a titolo di acconto sulle spese condominiali - quale proprietario dell’immobile - per far fronte alle utenze del condominio di Borgo Rancia. 

Allo stesso tempo, ha dato mandato al responsabile della segreteria di incaricare un legale per il recupero delle morosità o far rilasciare gli immobili ai condomini che non regolarizzano la propria quota di condominio. «Così si crea un disagio agli altri condomini - dice l’assessore Flavia Giombetti - che invece pagano regolarmente quanto dovuto. Tramite l’Assm abbiamo chiesto di accelerare il ripristino del servizio e lunedì (domani, ndr) sarà riattivato. Siamo consapevoli che i condomini subiscono spese di condominio importanti, ma il problema è solo tamponato perché si ripresenterà. Le bollette arrivano ogni due mesi, ma ci sono anche gli arretrati da pagare e che per il momento sono stati dilazionati in cinque rate». Flavia Giombetti aveva già manifestato più volte la sua contrarietà al progetto della precedente amministrazione da presidente del Comitato 30 ottobre. Per i lavori di completamento dell’edificio Borgo Rancia, in contrada Rancia, destinato agli alloggi per coloro che hanno perso la casa a causa del sisma del 2016, la precedente giunta aveva approvato il progetto esecutivo elaborato dai progettisti dell’Erap regionale in qualità di soggetto committente per conto del Comune di Tolentino e il relativo quadro economico ammontante a 6 milioni di euro, di cui un milione e 600mila euro relativi al costo di acquisizione dell’immobile. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA