Artuto, travolto e ucciso a 9 anni
La mamma: «Era felice e solare»

Giovedì 15 Agosto 2019

SANT'ANGELO IN PONTANO - Era finalmente arrivata la vacanza sognata tutto l’anno nella sua casa di Londra, dove viveva con i genitori italiani e le due sorelline. Il tempo di iniziare a godere dell’estate in Italia, del mare, dei giochi con gli amici e con i parenti. Arturo Pagni, londinese di nove anni dal cuore e dalle radici italiane, anche l’altra sera continuava a sognare, una emozione dopo l’altra, un pieno di felicità e di sorrisi. Il tempo di uscire l’altra sera con la mamma, mano nella mano lungo la provinciale che collega Sant’Angelo in Pontano a Passo San Ginesio. Poche decine di metri dall’incrocio con il semaforo, Arturo attraversa e i sogni si infrangono contro una macchina

Il racconto 
«Era un bambino felice e solare - racconta la mamma -. Praticava tantissimi sport, aveva iniziato a suonare il sax. Arturo viveva in Inghilterra, ma amava moltissimo San Ginesio. Portava il nome del nonno, di mio padre, così in piazza quando gli chiedevano se era il nipote di Arturo lui con orgoglio rispondeva di sì. Era molto legato alle due sorelline». I sogni di Arturo si sono infranti l’altra sera, il tempo di cercare di attraversare una strada e di finire sotto l’auto di un anziano di Sant’Angelo in Pontano che pure procedeva a velocità moderata: nulla da fare per Arturo mentre i carabinieri di Loro Piceno hanno svolto i rilievi del caso denunciando l’anziano - il test etilometrico è risultato negativo - per omicidio stradale. Quali che siano le risultanze dei rilievi dei carabinieri, resta il dramma che ha spento le aspirazioni del piccolo Arturo. Il bimbo era in vacanza in paese con la mamma e le due sorelline da alcuni giorni. Il papà, originario di Roma, sta rientrando dall’estero dove era per motivi di lavoro. 

Ultimo aggiornamento: 16 Agosto, 10:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA