S.Severino, giovane inizia ​lo sciopero
della fame davanti all'ospedale

Martedì 26 Gennaio 2016
La protesta di Roberto Pioli
SAN SEVERINO – Sciopero della fame per Roberto Pioli. Il giovane lo ha proclamato stamattina verso le 12 davanti all’ospedale “Bartolomeo Eustachio”. Si è piazzato vicino al piazzale della struttura sanitaria ed ha annunciato che rimarrà lì anche la notte. Dormirà in auto.

Pioli non accetta i tagli previsti dalla riorganizzazione sanitaria della Regione, sostiene che occorre un dialogo con i rappresentanti della Regione Marche. A riguardo chiede che al più presto venga indetto un tavolo tecnico per risanare l’attuale riforma rispondendo alle esigenze della popolazione.

Sempre oggi, davanti all'ospedale, si è svolta una manifestazione contro la riorganizzazione sanitaria. Tante persone sono giunte sul posto per sostenere il giovane in sciopero della fama e per dire no alla chiusura del Punto nascite all’ospedale di San Severino Marche ed ad altri tagli che riguardano altre strutture sanitarie del territorio maceratese come Tolentino e Recanati. Tra i manifestanti c’erano il sindaco di San Severino Marche Cesare Martini, di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, l'esponente di Forza Italia Barbara Cacciolari, Mario Chiarelli e Marco Massei del Comitato salvaguardia dell’ospedale, i consiglieri comunali di San Severino Marche Romina Cherubini ed Alessandra Aronne e Carla Messi, consigliere comunale maceratese del Movimento 5 stelle. Hanno anche partecipato una trentina di studenti dell’itis Divini di San Severino Marche. © RIPRODUZIONE RISERVATA