Macerata, incidente in via Bramante. «La ragazza non si è accorta di nulla»

Macerata, incidente in via Bramante. «La ragazza non si è accorta di nulla»
Macerata, incidente in via Bramante. «La ragazza non si è accorta di nulla»
3 Minuti di Lettura
Martedì 22 Ottobre 2019, 22:37

MACERATA - Donna investita in via Bramante, intervengono gli avvocati Luca Pascucci e Piero Montecchiari, che assistono la giovane jesina - individuata grazie alle spycam - accusata di non essersi fermata dopo l’incidente.

Macerata, falcia un’insegnante e fugge: presa la pirata della strada

«In merito a quanto accaduto, non vi è stata alcuna fuga da parte della nostra assistita - dicono i legali -. Purtroppo la nostra cliente ha riferito di non essersi accorta di nulla e, infatti, si è regolarmente recata al lavoro come se niente fosse successo. Se effettivamente si fosse accorta di quanto accaduto, il non fermarsi per prestare il dovuto soccorso sarebbe stato un comportamento privo di ogni logica, in quanto il fatto si è verificato in pieno giorno ed in una zona molto transitata. Comunque, una volta contattata dalla polizia, la nostra cliente non si è sottratta alle proprie responsabilità, ma, anzi, si è immediatamente recata presso la polizia municipale di Civitanova Marche dove ha rilasciato delle spontanee dichiarazioni e, nel riconfermare di non essersi accorta dell’accaduto, ha manifestato tutto il proprio rammarico e dispiacere per quanto successo e si è messa a disposizione dell’autorità giudiziaria per ogni necessità. Allo stesso modo la nostra cliente ha manifestato la volontà di contattare la persona investita, con la quale tra l’altro ha avuto un breve colloquio poche ore dopo il sinistro, per scusarsi nuovamente per quanto accaduto ed avere ulteriori notizie in merito alle sue condizioni di salute. La nostra assistita è particolarmente provata per il fatto e dispiaciuta per il clamore dato alla vicenda poiché quanto successo non riflette la personalità della ragazza che è una persona estremamente corretta e che non hai mai avuto problemi con la giustizia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA