Produzione di calzature sostenibili, ecco un bando da mezzo milione di euro

Martedì 11 Maggio 2021 di Massimiliano Viti
Una fabbrica di scarpe

MACERATA -  La Camera di Commercio delle Marche lancia il bando “Sostenibilità delle produzioni” riservato al settore calzaturiero. Lo sostiene destinando mezzo milione di euro. Sono finanziabili quattro interventi: l’acquisto di materie prime naturali o rinnovabili o biodegradabili; la realizzazione di processi produttivi a basso impatto ambientale; la tracciabilità dei prodotti, da cui si evince la sostenibilità delle materie prime, dei processi produttivi e dei luoghi di produzione. E, infine, l’utilizzo di packaging sostenibile. 

LEGGI ANCHE:

Calzature, i numeri fanno paura. La Camera di Commercio fotografa la frenata: ogni anno chiudono 50 aziende

 


Ogni impresa può presentare una sola domanda, dal primo ottobre al 15 novembre 2021. Il contributo massimo è di 5.000 euro. Sebbene il bando sia rivolto ai calzaturifici, è evidente il coinvolgimento dell’indotto che deve fornire i materiali. È un bando a rendicontazione ed è indirizzato sia a chi si affaccia per la prima volta alla sostenibilità e sia a chi vuole proseguire progetti già avviati. L’obiettivo dell’iniziativa è aiutare le imprese a realizzare collezioni più green in vista delle prossime fiere di settore.

Non solo: intende essere anche l’occasione per accrescere la competitività delle imprese calzaturiere marchigiane e per cercare di ribaltare un trend negativo che dura da un decennio. E centra una richiesta ormai comune in tutti i mercati, quella di prodotti amici dell’ambiente, eco friendly.
«Il bando vuole dare risorse per progetti legati alla produzione di calzature sostenibili che possono far riprendere le quote di mercato perse con la pandemia. Servono idee fresche. Abbiamo bisogno di un nuovo rinascimento» ha affermato Gino Sabatini, presidente Camera di Commercio delle Marche, che ha auspicato il sostegno da parte della Regione.


«Oggi sostenibilità è la priorità per tutti e per ogni Stato» è il commento di Matteo Piervincenzi, presidente sezione calzatura di Confindustria Macerata. «Come ha detto Sabatini, a causa della pandemia i nostri mercati di riferimento sono cambiati. Non sappiamo quanto e come ma possiamo prevedere che quando ci sarà la ripresa economica, i mercati saranno più attenti e sensibili ai temi legati all’ambiente e sarà importante per noi calzaturieri essere pronti ad affrontare questi segmenti o nuovi mercati green. Con questo bando - prosegue Piervincenzi – la Camera di Commercio continua a dimostrare come sia attenta e preparata a sostenere le aziende marchigiane, in questo caso della calzatura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA