Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Dipendente fa causa all’Asur, l’azienda condannata a pagare: ecco le motivazioni

Dipendente fa causa all Asur, l azienda condannata a pagare: ecco le motivazioni
Dipendente fa causa all’Asur, l’azienda condannata a pagare: ecco le motivazioni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Febbraio 2022, 08:45

MACERATA  - Una condanna al pagamento di ventimila euro a beneficio di un dipendente impiegato alla cassa ospedaliera in mansioni superiori alla sua qualifica, la proroga di diverse decine di contratti provvisori in scadenza, l’evidenza dell’impossibilità di definire utilmente e in tempi brevi le procedure concorsuali per colmare le carenze di organico.

Il giudice del lavoro del tribunale di Macerata ha accolto il ricorso di un impiegato per gli anni dal 2012 al 2018 e ha condannato l’Asur a pagare ventimila euro, cinquemila dei quali per le spese legali. Poi c’è una determina di proroga dei contratti a tempo determinato per una cinquantina di operatori, tra medici, osa e tecnici. «Sono presenti - si legge nella determina - posti vacanti nel profilo professionale di coadiutore amministrativo, operatore tecnico magazziniere e autista, operatore tecnico specializzato nelle discipline di idraulico, muratore ed elettricista, pertanto è necessario prorogare gli incarichi in scadenza in tali profili professionali».

Altri ruoli vacanti: «Sono inoltre presenti 7 posti vacanti nel profilo professionale di Ostetrica Cat. D, profilo con riferimento al quale, è stato indetto, con determina del 29/11/2019, il concorso pubblico unificato allo stato non ancora espletato. Non è possibile attingere ulteriormente alla graduatoria di mobilità esterna». Posti vacanti nel profilo professionale di Dirigente Medico di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza. «Rilevata la temporanea difficoltà - si legge nell’atto Asur - nel reperire personale derivante dalla mancata disponibilità di graduatorie di concorso cui attingere, è necessario disporre la proroga dei contratti a tempo determinato». Stessa decisione per gli Oss. Una cinquantina i contratti di lavoro che sono stati prorogati per alcuni mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA