Palestre, linee guida: distanze, spogliatoi e niente docce. Le regole delle riaperture (da oggi)

Lunedì 24 Maggio 2021 di Michela Allegri
Palestre, linee guida: distanze, spogliatoi e niente docce. Le regole delle riaperture (da oggi)

Si ricomincia: oggi riaprono ufficialmente le palestre, come disposto dal governo, che ha deciso di anticipare la riapertura ai clienti rispetto alla data che era stata inizialmente fissata, cioè l’1 giugno. Gli italiani potranno tornare ad allenarsi, ma sia gestori che sportivi dovranno rispettare un protocollo preciso per evitare i contagi. Le regole base sono sempre le stesse: distanziamento sociale e mascherine. Ma bisogna rispettare procedure rigide anche per quanto riguarda l’utilizzo di attrezzi, docce e spogliatoi. Ecco cosa si può fare e cosa invece è vietato.

 

Italia tutta in giallo: dai centri commerciali alle palestre tutte le riaperture

Riaperture: oggi le palestre, poi i bar e i ristoranti. È l’ora delle sale al chiuso


PERCORSI DIFFERENZIATI - I gestori hanno l’obbligo di differenziare i percorsi di entrata e uscita e, soprattutto, regolare il numero di presenze all’interno. È infatti necessario posizionare all’ingresso un cartello contenente il numero massimo di clienti ammessi nei vari ambienti, come le diverse sale e gli spogliatoi, per evitare assembramenti. Prima di varcare la soglia, inoltre, scatta la misurazione della temperatura, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore a 37,5 °C. Clienti, accompagnatori, dipendenti e personale della palestra devono tassativamente indossare la mascherina. Può essere fatta un’eccezione solo nel momento in cui si effettua attività fisica sul posto.

 

 

 

LA STRUTTURA - All’interno della struttura devono essere disponibili, e ben visibili, i dispenser di gel disinfettante: devono essere ben distribuiti all’ingresso, nelle zone di transito e in tutti i punti di passaggio e di accesso a diverse stanze e agli spogliatoi. La distanza di sicurezza interpersonale deve sempre essere rispettata.
Il governo, nelle linee guida, ha anche raccomandato di evitare di lasciare in luoghi condivisi con altri gli indumenti indossati per l’allenamento: devono essere chiusi in uno zaino o in una borsa. Ovviamente devono essere utilizzati bicchieri monouso, oppure bottiglie personalizzate.

DOCCE VIETATE - È vietato consumare cibo negli spogliatoi e all’interno degli spazi dedicati all’attività sportiva. Fondamentale anche garantire l’areazione dei locali, disinfettare gli attrezzi e arrivare in palestra già vestiti per l’allenamento, in modo da utilizzare il meno possibile gli spogliatoi. È vietato l’uso delle docce.

Ultimo aggiornamento: 16:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA